domenica, 27 Novembre 2022

Calcio, ancora episodi di razzismo: banana lanciata a Richarlison in Brasile-Tunisia

"Finché continueranno a fare bla bla bla e non puniranno, tutto continuerà a essere come prima e certe cose avverranno tutti i giorni, dovunque. Non c'è tempo fratello! No al razzismo", lo sfogo di Richarlison sui social dopo l'ennesimo gesto razzista dagli spalti.

Da non perdere

L’attaccante brasiliano Richarlison, bersaglio del lancio di una banana ieri sera al Parco dei Principi di Parigi durante l’amichevole Brasile-Tunisia 5-1, ha chiesto una punizione più severa nei confronti di chi compie atti di razzismo.

L’episodio di ieri sera

L’amichevole fra Brasile e Tunisia è iniziata nel migliore dei modi, i brasiliani, infatti, sono scesi in campo trasportando e poi posando con uno striscione contro il razzismo con la scritta “senza i nostri giocatori negri, non avremmo le stelle sulla nostra maglia“. Ma poi, durante la partita, il pubblico del Parco dei Principi, in maggioranza composto da tifosi tunisini, non sembra aver recepito del tutto il messaggio. Infatti al 19′ del primo tempo dagli spalti è volata una banana verso il brasiliano Richarlison che in quel momento stava festeggiando il suo gol, il secondo della Seleçao. Subito su di lui sono ‘piovuti’ degli oggetti fra i quali, appunto, una banana. L’attaccante ha avuto un moto di sdegno ma poi si è riunito ai compagni.

Un episodio simile accadde nel 2014 proprio ad un altro brasiliano, durante Villarreal-Barcellona. Al 31′ Dani Alves, pronto a battere un calcio d’angolo, viene colpito da una banana, si piega, la raccoglie, la sbuccia e ne mangia un pezzo. Divenne virale quella scena e la risposta meravigliosa del brasiliano al gesto razzista.

Il tweet di Richarlison

Finché continueranno a fare bla bla bla e non puniranno, tutto continuerà a essere come prima e certe cose avverranno tutti i giorni, dovunque. Non c’è tempo fratello! No al razzismo“, ha scritto il giocatore del Tottenham su Twitter.

Ultime notizie