domenica, 29 Gennaio 2023

Mondiale volley femminile, il 3-1 sul Belgio vale doppio: le ragazze di Mazzanti già alla seconda fase

Al Mondiale di volley femminile 2022 in scena in Olanda e Polonia, le ragazze di mister Mazzanti viaggiano in vetta alla classifica a suon di vittorie. Dopo i primi due 3-0 contro Camerun e Porto Rico, ieri contro il Belgio non è stata partita facile ma le azzurre hanno resistito e vinto il match per 3-1.

Da non perdere

Dopo la vittoria schiacciante sul Camerun per 3-0 (25-10, 25-12, 25-16), poi la vittoria in un match combattutissimo contro il Porto Rico sempre per 3-0 (28-26, 25-21, 26-24), arriva un altro successo contro le furie rosse del Belgio per 3-1 (21-25, 30-28, 29-27, 25-9) e la vetta della classifica a punteggio pieno nella Pool A del Campionato Mondiale di volley femminile 2022, in scena fra Olanda e Polonia. Giovedì 29 settembre le azzurre sfideranno alle 18 il Kenya.

Italia-Belgio 3-1 (21-25, 30-28, 29-27, 25-9)

Come formazione iniziale Mazzanti ha schierato la stessa della prima giornata: Orro in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, al centro la coppia ChirichellaDanesi, libero De Gennaro.

L’avvio è stato in favore del Belgio che, guidato da un Herbots ispirata, ha guadagnato 3 punti sulle azzurre (4-7). L’attacco italiano ha sbattuto più volte sul muro avversario e questo ha permesso alle belghe di mantenersi al comando (10-12). L’Italia ha trovato nel muro l’arma per reagire, riuscendo ad accorciare le distanze sul (17-18). Nel finale le campionesse d’Europa hanno pagato a caro prezzo la mancanza d’efficacia in attacco, mentre il Belgio non ha fatto sconti chiudendo il primo set 21-25.

Nella seconda frazione le azzurre hanno mostrato segnali di ripresa (7-5), ma il Belgio ha replicato prontamente (13-13). Il punto a punto è durato qualche azione, poi le azzurre (Bosetti sugli scudi) hanno spinto sull’acceleratore e le avversarie hanno perso terreno (21-18). Le ragazze di Mazzanti hanno dato l’impressione di poter chiudere agilmente, ma sul (24-19) è successo di tutto. L’Italia ha sciupato a ripetizione le palle set a disposizione, incassando poi l’ace del (24-24). Le campionesse europee non hanno concretizzato nemmeno la chance sul (25-24) e le avversarie hanno ribaltato la situazione (25-26). Una difesa miracolosa di Orro e la successiva palla spinta a due mani da una lucidissima De Gennaro, mentre il Belgio già esultava convinto di aver vinto, hanno evitato il peggio (26-26). A mettere fine alla girandola d’emozioni è stato un muro di Danesi (30-28), dopo altre due occasioni non concretizzate dall’Italia.

Al rientro in campo il Belgio ha tentato di forzare il ritmo (11-13) e le azzurre hanno faticato soprattutto in ricezione (12-16). Nell’Italia ha fatto il suo ingresso Pietrini per Sylla, ma l’andamento non è cambiato e la squadra belga è volata sul (18-22). Come nella frazione precedente, sul punteggio di (19-24), tutto si è ribaltato: le azzurre, benissimo Bosetti in battuta, hanno dato vita a un’incredibile rimonta e il Belgio è andato in black out (24-24). Per altre 3 volte l’Italia ha respinto le ambizioni delle avversarie e alla fine s’è imposta portando a casa il terzo set sul punteggio di 29-27, dopo addirittura 9 palle set avute dal Belgio.

La vittoria della frazione ha galvanizzato le azzurre, assolute padrone del campo (12-6). L’Italia, una volta avanti, ha gestito comodamente il vantaggio e si è andata a prendere una vittoria sofferta 25-9, ma quanto mai preziosa.

Ultime notizie