venerdì, 30 Settembre 2022

Davis Cup 2022: E’ arrivato il momento dell’Italia che cercherà la sua prima vittoria contro la Croazia

Dopo l'exploit dei fratelli Ymer che hanno dato i due punti decisivi per la vittoria quanto meno clamorosa della Svezia contro l'Argentina di Diego Schwartzman, è arrivato il momento per l'Italia di scendere in campo contro Croazia, finalista di Coppa Davis l'anno scorso. A sopperire alla mancanza di Sinner ci dovrà pensare Musetti con Berrettini al ritorno in nazionale dopo 3 anni.

Da non perdere

Dopo il risultato a sorpresa della prima giornata di Coppa Davis, a Bologna, in cui si registra la vittoria della poco acclamata Svezia sull’Argentina, è arrivata l’ora dell’Italia. La Svezia si è imposta grazie all’exploit dei fratelli Mikeal ed Elias Ymer che hanno battuto rispettivamente i più quotati argentini Diego Schwartzman (n. 17 Atp) e Sebastian Baez (n.37 Atp).

Lo svedese Mikael Ymer concentrato in risposta nel match di ieri contro Schwartzman

La nazionale azzurra di capitan Filippo Volandri incontra la Croazia che, seppur priva di Marin Cilic, rimane la squadra più temibile del girone. Infatti nell’ultima edizione della Davis Cup la squadra “diretta” dal capitano Vedran Martic è arrivata in finale. Come detto non sarà un incontro semplice per gli azzurri che dovranno quasi certamente fare a meno di Jannik Sinner, in dubbio fino all’ultimo minuto. Fuori per problemi fisici post U.S Open, dopo il problema accusato contro Ivashka alla caviglia, si pensa che Volandri lo voglia preservare per utilizzarlo nelle prossime sfide contro Argentina e Svezia. A giocare il singolo ci sarà Lorenzo Musetti, reduce dal famoso punto conquistato a Bratislava che diede all’Italia la possibilità di partecipare alle fasi finali a gironi di Coppa Davis.

pic by twitter

Eccoci quindi a Bologna sempre con Musetti a cui si chiede un ulteriore sforzo alle 15:00, ora in cui comincerà il primo match. Il suo avversario sarà quasi certamente Borna Gojo n.164 al mondo ma che in Davis ha dimostrato di saper alzare il suo livello di gioco: lo dimostra il fatto che nel novembre scorso a Torino conquistò i due punti decisivi per la qualificazione della Croazia.

Il match di cartello è sicuramente quello che vedrà Matteo Berrettini, al ritorno in nazionale dopo 3 anni, che affronterà il redivivo Borna Coric, n. 1 dei croati dopo il forfait di Cilic. Ostacolo non certo semplice per Matteo ancora alla ricerca della miglior forma contro un avversario che è reduce dalla vittoria al Master di Cincinnati. Importantissimo sarebbe per la nazionale italiana vincere i primi due singolari, poiché nel doppio la coppia ormai coadiuvata formata da Fognini e Bolelli se la dovranno vedere contro Nikola Metkic e Mate Pavic. I due doppisti croati sono decisamente una delle coppie più forti del circuito e, anche se nel Tennis può succedere qualsiasi cosa, un risultato positivo contro di loro sarebbe quasi un miracolo.

Non resta che stringersi e tifare Italia ora più che mai in una Unipol Arena sold out che accompagnerà gli azzurri alla ricerca del primato nel girone, che lancerebbe Berrettini e compagni verso le finali di Malaga.

Ultime notizie