venerdì, 30 Settembre 2022

Ragazzini accerchiati, picchiati e derubati: denunciati 12 minorenni incubo dei coetanei

Sono accusati a vario titolo di minacce e lesioni aggravate e tentativi di estorsione nei confronti di alcuni loro coetanei. Quattro di loro devono rispondere di due aggressioni nei confronti di un venditore ambulante.

Da non perdere

La Squadra Mobile di Campobasso nei giorni scorsi ha denunciato al Tribunale dei Minori 12 ragazzi, di età compresa tra i 13 e i 15 anni, con le accuse di minacce, lesioni aggravate, e tentativi di estorsione nei confronti di alcuni coetanei. Secondo la ricostruzione delle Forze dell’Ordine, le aggressioni andavano avanti da molto tempo, l’apice è arrivato lo scorso 27 luglio, all’interno di un parco della città. In quell’occasione il “branco” ha accerchiato un gruppo di 10 coetanei iniziando a insultarli, finché sono fuggiti. Un ragazzo però è stato raggiunto dalla “baby gang” ed è stato aggredito fino a causargli ferite guaribili in 10 giorni.

Altri 4 minorenni, tra cui uno dei ragazzi che ha partecipato alle aggressioni del 27 luglio, sono accusati di lesioni, istigazione a delinquere e omissione di soccorso, dopo aver attaccato un venditore ambulante di 50 anni, originario del Bangladesh, in due occasioni tra il 7 e il 9 agosto scorso. Dopo lo “scontro” con la baby gang, il 50enne ha riportato una frattura alla costola, con prognosi di 30 giorni. Per le indagini sono state importanti le varie denunce presentate dalle vittime delle aggressioni, e le testimonianze di chi ha assistito agli avvenimenti, visto che “questa volta la banda non ha filmato le aggressioni per poi diffonderle sui social network” come sottolineato dalla Questura.

Ultime notizie