martedì, 16 Agosto 2022

Nuoto, l’Italtuffi è pronta per gli Europei di Roma

L'11 agosto si parte con gli Europei di nuoto a Roma. L'Italia è pronta a confermarsi nella cornice del Foro Italico, dopo le grandi prestazioni azzurre ai mondiali di Budapest. Dal 18 al 20 agosto, ci sarà lo spettacolo dell'High Diving, che vedrà voli da 27 metrti per gli uomini e da 20 metri per le donne.

Da non perdere

Si avvicinano gli Europei di nuoto di Roma 2022, che prenderanno il via giovedì 11 agosto. Presentato il calendario con le varie specialità: nuoto, nuoto di fondo, tuffi, tuffi dalle grandi altezze e nuoto artistico. Dopo poche settimane dai Mondiali di Budapest, che hanno visto trionfare gli azzurri in quasi tutte le specialità, ecco che si riparte per mantenere alto il Tricolore nella rassegna continentale di casa. Attenzione puntata sopratutto sulle grandi stelle come Gregorio Paltrinieri, Simona Quadarella, Thomas Ceccon e Benedetta Pilato.

L’Italtuffi dovrà dimostrare il suo valore dal 15 al 21 agosto, nella cornice del Foro Italico che fa tornare in mente le grandi imprese della Cagnotto e Dallapè, nello storico argento nel sincro ai mondiali di Roma ’09, che seguì il bronzo dell’altoatesina dai tre metri.G li azzurri nell’edizione di Budapest, lo scorso anno, hanno conquistato 7 medaglie, di cui 2 ori, 3 argenti e 2 bronzi. Dal 18 al 20 agosto, invece, si parte per la prima volta a livello continentale con lo spettacolo dell’High Diving, che vedrà voli da 27 metrti per gli uomini e da 20 metri per le donne. Sono stati convocati 3 maschi per i tuffi dai 27 metri e 2 femmine per i 20. La gara prevede 4 tuffi per ognuno.

Le dichiarazioni del Dt Bertone sulle scelte dell’Italtuffi

“Ho convocato sei maschi e sei femmine. Attualmente Elena Bertocchi è un punto interrogativo, se riusciamo a metterla in sesto gareggerà nel trampolino da 1 metro, dove è campionessa d’Europa in carica, e forse anche nel sincro 3 metri donne con Chiara Pellacani. Per la gara da 3 metri ci sarà Elisa Pizzini, che eventualmente farà da riserva alla Bertocchi nelle altre gare. 
Dopo gli Assoluti di Bolzano, in questi ultimi giorni stiamo finalizzando con gli allenamenti tutto il lavoro fatto per quelli che stanno bene e stiamo cercando di tirare fuori dall’infermeria anche Eduard Timbretti Gugiu, qualificato nella gara individuale nella piattaforma, e Sarah Jodoin Di Maria che ha avuto problemi alla spalla e al gomito dopo i mondiali. Da domani fino all’8 agosto siamo a Napoli, il 9 rientriamo e rimaniamo a Roma fino agli europei. Noi copriremo tutte le gare e sappiamo che in qualsiasi prova abbiamo buone chance. Mi auguro che faremo le nostre migliori gare. Il primo obiettivo fondamentale è entrare in finale, poi una volta in finale dobbiamo giocarci tutte le carte.”

Le parole sul giovane talento Matteo Santoro

“Santoro è un ottimo atleta, il futuro è lui. Agli europei gareggerà soltanto nel sincro misto con la Pellacani dove sono campioni in carica. Nelle altre specialità non rispetta purtroppo i limiti imposti come da regolamento dalla federazione per essere preso in considerazione. Dal prossimo anno lavoreremo insieme per inserire i coefficienti giusti nei suoi tuffi dal trampolino individuale e anche nel sincro uomini con Stefano Belotti, così da essere selezionabili per tutte le prove internazionali.”

Bertone ha sottolineato il progetto delle Grandi Altezze

“Come Italia siamo partiti un anno e mezzo fa con Alessandro De Rose e adesso siamo arrivati a tre maschi con Andrea Barnaba e Davide Baraldi. Tra le ragazze abbiamo: Elisa Cosetti e Veronica Papa. Con Veronica Papa il vero problema è stata l’acquaticità; lei viene dalla ginnastica e all’inizio neanche sapeva nuotare. Tutti loro fanno parte del progetto iniziato all’Acquacetosa e che oggi vede i suoi frutti. Sarà una gara nuova per tutti, sia esperti che non, e quindi speriamo di poter ben figuare a livello continentale.”

Ultime notizie