martedì, 16 Agosto 2022

Svizzera, precipita da 4mila metri di altezza: morto alpinista sul Monte Cervino

Un alpinista è morto dopo essere caduto sul versante svizzero del Cervino: il cadavere è stato localizzato dalle Guardie Alpine. La via normale elvetica per la cresta dell'Hornli era stata chiusa per l'emergenza siccità.

Da non perdere

La salma di un alpinista è stata ritrovata oggi, 27 luglio, sul versante est del Monte Cervino, dopo essere precipitato da una quota di 4mila metri. Intorno alle 12:30 di ieri, l’uomo si trovava lungo la via normale elvetica per raggiungere la cresta dell’Hornli, ma è caduto per 350 metri nella zona di Solvay. Il passo era stato chiuso lunedì 25 per pericolo di caduta a causa dell’emergenza siccità, sia sul versante svizzero che su quello italiano.

Alcuni alpinisti, testimoni dell’incidente, hanno chiamato subito i soccorsi. Le ricerche in volo hanno permesso di localizzare l’uomo che deve essere ancora identificato formalmente. È possibile che l’alpinista, al momento della caduta, non fosse legato. La magistratura svizzera ha avviato un’indagine con la collaborazione della Polizia di Canton Vallese.

Ultime notizie