sabato, 20 Agosto 2022

Roma, urta con la minicar uno scooter: il proprietario lo insegue e gli frattura la mandibola

Uno studente 19enne romano è stato inseguito e picchiato anche quando si trovava ormai esanime a terra. Portato d'urgenza al Policlinico Gemelli è stato sottoposto a un intervento per la ricostruzione della mandibola.

Da non perdere

La vicenda è avvenuta lo scorso 2 giugno in via Montezebio, nel quartiere Prati, ma è solamente ieri, lunedì 25 luglio, che gli agenti del distretto locale hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’aggressore. Il fermo è stato imposto ad un 24enne romano accusato di lesioni personali aggravate. La vittima è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per la ricostruzione della mascella, fratturata nel pestaggio. Lo studente 19enne ha riportato danni permanenti alla masticazione e alla salivazione e una invalidità alla mascella.

L’incidente e la colluttazione

Secondo la ricostruzione dei fatti, nel fare manovra con la sua minicar, lo studente ha urtato uno scooter parcheggiato. Sceso dal mezzo per controllare il danno è stato avvicinato dal 24enne, probabilmente il proprietario del 2 ruote, che ha iniziato ad inveire contro di lui e ha frantumato con un pugno il lunotto posteriore della minicar. Il ragazzo spaventato è risalito sulla minicar e si è allontanato, in direzione Piazzale Clodio. È stato raggiunto dal motociclista che ha prima lanciato il casco contro il mezzo e poi ha aggredito la vittima, colpendolo con pugni, testate e calci, senza fermarsi nemmeno quando la vittima era a terra esanime. Solo l’arrivo di un conoscente dell’aggressore, con una vettura sulla quale il 24enne è salito, ha posto fine alla violenza.

Lo studente è stato soccorso da una ambulanza chiamata da una pattuglia del XV Distretto Ponte Milvio arrivata sul posto e portato al Policlinico Gemelli. In ospedale è stato sottoposto a una delicata operazione chirurgica di 5 ore per la ricostruzione della mascella.

Ultime notizie