venerdì, 19 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, Nord Stream 1 di nuovo in funzione. Portogallo Grecia e Spagna bocciano piano Ue: “Insostenibile”

Ha ripreso a funzionare regolarmente il gasdotto Nord Stream 1, garantendo il flusso di gas dalla Russia all'Europa. Portogallo, Grecia e Spagna hanno bocciato la riduzione del 15% di consumi prevista dal piano Ue. Nuove misure di sicurezza energetica in Germania, mentre l'Ungheria acquista ulteriori forniture da Mosca. Medvedev: "Ue soffrirà molto freddo questo inverno".

Da non perdere

Ha ripreso a funzionare il gasdotto Nord Stream 1 di proprietà di Gazprom, dopo 10 giorni di manutenzione. Le forniture di gas russo sono arrivate al 40%, garantendo la copertura per l’Europa. Aumentano anche le forniture del gas dalla Russia verso l’Italia. Oggi si è registrata una crescita del 71,4% rispetto al giorno precedente. “Gazprom ha comunicato per oggi la consegna di volumi di gas pari a circa 36 milioni di m cubi – comunica Eni sul suo sito – a fronte di consegne giornaliere pari a circa 21 milioni di metri cubi effettuate nei giorni scorsi”.

Portogallo, Grecia e Spagna bocciano piano Ue: “insostenibile”

Portogallo, Grecia e Spagna hanno respinto la proposta di Bruxelles di ridurre del 15% il consumo di gas, contenuta nel “Piano per salvare l’inverno” presentato ieri dalla Commissione Europea. Il Portogallo ritiene che l’Unione Europea non tenga conto del fatto che il paese sia privo di interconnessioni energetiche con il resto d’Europa e che destini il gas sostanzialmente alla produzione di energia e industriale. Il provvedimento è “insostenibile” e “sproporzionato”, ha affermato in un’intervista il sottosegretario per l’Ambiente e l’energia, Joao Galamba.

Germania annuncia nuove misure di sicurezza energetica

Intanto il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck ha annunciato un altro pacchetto di misure, volte a garantire la sicurezza energetica della Germania alla luce della possibile riduzione delle forniture di gas russe. Le nuove disposizioni comprendono requisiti più severi per il riempimento degli impianti di stoccaggio del gas e l’attivazione di impianti di riserva di lignite. Il pacchetto include anche misure di risparmio energetico negli edifici pubblici.

Ungheria aumenta forniture gas russo

Il ministro degli Esteri ungherese, Peter Szijjarto è invece, a Mosca per discutere l’acquisto di maggiori forniture di gas russo. Lo ha reso noto il partito al governo del premier Orban, Fidesz. “Per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento energetico dell’Ungheria – ha scritto Fidesz in una nota – il governo ha deciso di acquistare ulteriori 700 milioni di metri cubi di gas naturale in aggiunta alle quantità stipulate nei contratti a lungo termine”.

Medved: “Ue soffrirà molto freddo questo inverno”

Il vice presidente del Consiglio di sicurezza nazionale ed ex presidente russo Dmitry Medvedev ha definito ”pazzi” i leader europei che ‘‘soffriranno molto freddo a casa loro questo inverno”. Medvedev ha quindi affermato che la Ue ha “completamente perso il contatto con la realtà” e sta “costringendo gli sfortunati ucraini a sacrificare la propria vita per entrare nell’Unione europea“.

Ultime notizie