venerdì, 12 Agosto 2022

Monza, frode fiscale fatture false e imposte non dichiarate: confiscati 2,6 milioni a tre imprenditori brianzoli

La Guardia di Finanza di Monza ha eseguito una confisca di 2,6 milioni di euro a danno di tre imprenditori, accusati di frode fiscale.

Da non perdere

Le Fiamme Gialle, su delega della Procura della Repubblica di Monza, hanno eseguito una confisca da oltre 2,6 milioni di euro a danno di tre imprenditori brianzoli, come anche ha confermato la Corte D’Appello di Milano. I tre uomini sono stati condannati per frode fiscale, falsamento delle fatture e omissione della dichiarazione annuale delle imposte.

Le indagini

A seguito delle ispezioni della Guardia di Finanza, sono stati emessi ordini di confisca nei confronti di imprese situate e operanti a Monza, Seregno e Villasanta, nei settori della logistica, commercio di casalinghi e di rottami ferrosi. I finanzieri hanno accertato l’ammessa responsabilità da parte dei colpevoli, dopo le indagini che hanno smascherato un danno complessivo, tra false fatture e frodi fiscali, di 11 milioni di euro all’Erario. Alla fine delle indagini, le Forze dell’Ordine hanno individuato i beni oggetto di confisca a danno dei colpevoli, dal valore equivalente ai reati commessi.

Ultime notizie