sabato, 13 Agosto 2022

Revenge porn, video hot ai figli dell’ex amante: 14 mesi di carcere e 10mila euro di risarcimento

Ennesimo caso di Revenge Porn. Condannato un 52enne per aver mandato ai figli dell'ex amante, video e foto a sfondo sessuale in cui veniva ritratta la donna, madre dei ragazzi.

Da non perdere

Il giudice monocratico del tribunale di Aosta, Marco Tornatore, ha condannato a un anno e due mesi di reclusione un 52enne per le accuse di stalking e revenge porn, che consiste nel diffondere, pubblicare (o anche solo minacciare di farlo) contenuti a sfondo sessuale, senza il consenso della persona ritratta, al solo fine di denigrarla o per vendicarsi di qualcosa. La procura di Aosta aveva chiesto, in realtà, una condanna a due anni e quattro mesi.

La vicenda

Ricostruendo l’accaduto, che risale agli ultimi mesi del 2021, si è venuto a conoscenza del fatto che l’imputato non accettasse la fine della relazione con la sua amante e che avesse iniziato a tormentarla con appostamenti e chiamate costanti. La situazione si è aggravata quando l’uomo ha iniziato a minacciare la donna di inviare video e foto a sfondo sessuale, ai figli di lei. Si trattava di video inviati proprio dalla vittima, in alcune foto ritratta nella vasca da bagno. La sola minaccia, si è trasformata, poi, in realtà. All’ennesimo rifiuto dell’amante l’uomo ha inviato foto e video ai figli della donna, compiendo il reato di revenge porn a tutti gli effetti.

Il giudice, oltre alla condanna di reclusione, ha disposto un risarcimento di 10 mila euro a favore della donna. Durante il processo in aula, inoltre, non c’è stato alcun segno di pentimento da parte dell’uomo. Il giudice ha così negato la revoca del divieto di avvicinamento imposto all’uomo dopo l’avvio delle indagini coordinate dal pm Manlio D’Ambrosi.

Ultime notizie