venerdì, 20 Maggio 2022

Morto Amedeo Grisi, il cantante affetto da SLA ha scelto l’eutanasia passiva

La scelta di Grisi per l'eutanasia passiva, oggetto di mille controversie, arriva come un fendente all'indomani della bocciatura del referendum in materia di eutanasia legale da parte della Corte Costituzionale.

Da non perdere

Morto a 49 anni Amedeo Grisi, il cantante sanremese ha deciso per l’interruzione delle cure e aveva comunicato questa volontà tramite un post su Facebook. Aveva anche espresso la volontà di chiudere il proprio account una volta terminata la raccolta fondi in favore della ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Il cantate aveva scoperto di essere affetto da SLA nel 2015 e lo scorso agosto aveva affidato a Facebook la decisione “se andare avanti” riferendosi alla possibilità che i malati di SLA hanno di scegliere da tracheotomia e eutanasia. Ma Grisi aveva scelto la sospensione delle cure perché “il desiderio è quello di tornare ad essere libero” si legge nel post.

“Mi scuso con tutte le persone più sensibili per aver espresso questa mia volontà. Detto questo, il mio tempo ormai è terminato. Sarà un mese, due, una settimana? Io sono pronto” conclude il suo post. La scelta di Grisi per l’eutanasia passiva, oggetto di mille controversie, arriva come un fendente all’indomani della bocciatura del referendum in materia di eutanasia legale da parte della Corte Costituzionale.

Ultime notizie