domenica, 29 Maggio 2022

Iran, le donne “tornano in campo”: 2mila biglietti riservati tutti venduti

Per la partita di qualificazione ai Mondiali del 2022, giocata il 27 gennaio, tra Iran e Iraq, finita 1-0 per i padroni di casa, all’Azadi Stadium hanno riservato 10mila biglietti di cui 2mila per le donne

Da non perdere

La storia non si decide solo in campo, tra 22 uomini. Dopo l’ottobre del 2019 (prima concessione da parte del Governo, poi lo stop causato dalla pandemia), in Iran le donne possono tornare sugli spalti. Per la partita di qualificazione ai Mondiali del 2022, giocata il 27 gennaio, tra Iran e Iraq, finita 1-0 per i padroni di casa, all’Azadi Stadium hanno riservato 10mila biglietti di cui 2mila per le donne: per loro tutto esaurito.

A Teheran gli spalti erano coperti dai veli e dalle bandiere, il tifo era unico, non si distinguevano le voci maschili da quelle femminili. Le donne sono state escluse per decenni dagli stadi, la felicità di questo rientro è tangibile anche nelle parole dell’ingegnere civile 26enne, Mahya: “Sono molto felice. Questa è la prima volta che assisto a una partita all’Azadi Stadium”.

Ultime notizie