giovedì, 19 Maggio 2022

Roma, aspetta la vittima all’uscita dal lavoro: stalker arrestato grazie al braccialetto elettronico

Aspettava la donna al termine del turno di lavoro., ma il braccialetto elettronico ha fatto scattare l'allarme nella Sala Operativa della Polizia.

Da non perdere

Sabato notte, 16 gennaio, i Carabinieri di Roma Settecamini hanno arrestato un 33enne grazie al braccialetto antistalker. Tutto inizia quando una donna di 37 anni denuncia alle Forze dell’Ordine violenze domestiche da parte dell’ex compagno. Così scattano le indagini, che portano al divieto di avvicinamento del Gip di Roma e la disposizione del braccialetto elettronico per lui.

Anche la donna acconsente a indossare un braccialetto che segnala la presenza dell’uomo nelle vicinanze. Sabato sera, tornando dal lavoro, ha capito di essere in pericolo. Il braccialetto segnalava la presenza dell’uomo nei paraggi, incurante del divieto. Così la donna chiama il 112. La centrale di Tivoli, però, aveva già ricevuto l’allerta dal braccialetto antistalker. Arrivati sul posto, i Carabinieri hanno scoperto effettivamente l’uomo nelle vicinanze che minacciava la sua vittima. Così sono scattate le manette in attesa di ulteriori disposizioni.

Anche la politica ha commentato la vicenda. Per il ministro per il Sud e per la Coesione Territoriale Mara Carfagna su Twitter: “Il braccialetto elettronico e i dispositivi anti-stalker sono strumenti di sicurezza per le donne: con le colleghe ministre ne abbiamo proposto l’uso rafforzato, è una disposizione da approvare al più presto”. L’assessora alla Pari Opportunità di Roma Monica Lucarelli, invece, valuta la possibilità di rendere Roma città pilota per l’uso di questo dispositivo e la possibile integrazione dei dati con i centri antiviolenza e le strutture sanitarie.

Ultime notizie