giovedì, 27 Gennaio 2022

Covid, accordo raggiunto con le farmacie: mascherine FFP2 a 75 centesimi

L'accordo, che non è ancora stato siglato, prevede un prezzo calmierato per le mascherine FFP2, considerate più efficaci contro le infezioni da Covid-19.

Da non perdere

In farmacia le mascherine FFP2 costeranno 75 centesimi l’una. La Struttura Commissariale, d’intesa con il Ministero della Salute e sentito l’Ordine dei Farmacisti, ha raggiunto l’accordo con FederFarma, AssoFarm e FarmacieUnite. A breve la sigla e le adesioni saranno sottoscritte attraverso il sistema tessera sanitaria.

Le mascherine FFP2, diversamente da quelle chirurgiche, riducono il rischio di infezione da Covid e dalle sue varianti. Con il decreto di natale, il loro uso è stato reso obbligatorio:
– durante gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono in luoghi all’aperto e al chiuso, in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati;
– per assistere a eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto;
– su voli commerciali, navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale; treni impiegati nei servizi di trasporto passeggeri interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta velocità; autobus e pullman di linea adibiti a servizi di trasporto tra più di due regioni, autobus e pullman adibiti a servizi di noleggio con conducente; funivie, cabinovie e seggiovie (qualora utilizzate con chiusura delle cupole paravento); mezzi del trasporto pubblico locale o regionale;
– in caso di contatto stretto con persone positive al Covid-19 e che non sono soggette alla quarantena, ma soltanto all’auto-sorveglianza, fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al soggetto positivo.

È ancora possibile utilizzare le mascherine chirurgiche in bar e ristoranti, per attività turistiche e ricettive, in centri benessere, nei musei, alle mostre, in archivi e biblioteche, nei circoli culturali, durante convegni e congressi, e nelle situazioni previste dai protocolli di settore.

Sono esenti dall’obbligo di mascherina:
– i bambini sotto i 6 anni di età;
– persone che, per la loro invalidità o patologia, non possono indossarla;
– coloro i quali, per assistere persone con disabilità, non possono a loro volta indossare la mascherina, come nel caso deve interloquire nella L.I.S. con persone non udenti;
– chi fa attività sportiva, sia all’aperto che al chiuso;
– durante la consumazione dei pasti nei luoghi e negli orari in cui è consentito farlo.

 

Ultime notizie