giovedì, 27 Gennaio 2022

Manovra, arrivato nella notte l’ok ai primi emendamenti

Via libera all'innalzamento del tetto del bonus mobili da 5mila euro a 10mila euro. Rimando di due anni per l'entrata in vigore del regime Iva per il terzo settore. Via libera anche allo sgravio contributivo al 100% a favore delle micro imprese per i contratti di apprendistato.

Da non perdere

Dopo le 02:00 di questa notte, sono iniziate le votazioni sugli emendamenti alla manovra. La giornata di ieri è stata caratterizzata da rinvii e slittamenti, ma alla fine, la Commissione Bilancio del Senato si è riunita e ha avviato l’esame degli emendamenti. Si tratta di un pacchetto con circa 150 riformulazioni. Al termine delle votazioni è arrivato il via libera all’innalzamento del tetto del bonus mobili da 5mila euro a 10mila euro. Il rimando di due anni per l’entrata in vigore del regime Iva per il terzo settore. Inoltre, è stato dato il via libera anche allo sgravio contributivo al 100% a favore delle micro imprese per i contratti di apprendistato di primo livello per i giovani under 25.
L’iva per il terzo settore sarà bloccata fino al 2024. Secondo quanto prevede il dl, dal primo gennaio del 2022, gli enti non profit che non svolgono attività commerciale avrebbero dovuto aprire la partita Iva. Con questa proposta di modifica, l’entrata in vigore della norma sarà rinviata al 2024.

Ultime notizie