giovedì, 20 Gennaio 2022

Festini droga e truffa ai fedeli, Don Spagnesi patteggia 3 anni e 8 mesi

Don Spagnesi, il prete arrestato per aver organizzato feste dove circolava droga, ha oggi patteggiato 3 anni e 8 mesi davanti al Gip del Tribunale di Prato.

Da non perdere

Don Francesco Spagnesi, il prete arrestato mesi fa per aver sottratto denaro alla sua parrocchia e per aver organizzato feste dove circolava droga, ha oggi patteggiato 3 anni e 8 mesi davanti al Gip del Tribunale di Prato. È caduta invece l’accusa di tentate lesioni gravi, ipotizzata sulla possibilità che l’uomo non abbia messo al corrente i suoi partner riguardo a possibili malattie sessualmente trasmissibili. Restano ancora valide le accuse di spaccio, traffico di droga e di appropriazione indebita del denaro delle offerte.

Insieme a Spagnesi ha patteggiato anche il suo compagno e complice, con 3 anni e 2 mesi. Per lui l’accusa è di concorso in acquisto e spaccio di droga. Spagnesi ora dovrà scontare la pena ai servizi sociali, avendo inoltre l’obbligo di risiedere in una comunità terapeutica dove poter curare la tossicodipendenza. La Diocesi di Prato nel frattempo lo ha rimosso dalla parrocchia e sospeso dalle funzioni sacerdotali, chiedendo a sua volta un processo canonico a parte, con cui si possano stabilire le responsabilità e valutare il suo percorso.

Ultime notizie