giovedì, 2 Dicembre 2021

Vaccini, Sileri: “La terza dose necessaria per tutti da gennaio”

Secondo il sottosegretario alla Salute, da gennaio la terza dose sarà necessaria per tutti e con precedenza a chi ha fatto il vaccino Johnson&Johnson.

Da non perdere

Dopo le dichiarazioni di Andrea Crisanti, secondo cui “la terza dose è chiaro che va fatta a tutti”, anche Pierpaolo Sileri conferma lo stesso proposito.

In un’intervista a Radio Capital, il sottosegretario di Stato al Ministero della Salute ha infatti dichiarato che “verosimilmente la terza dose sarà necessaria per tutti” e con precedenza a chi ha fatto il vaccino Johnson&Johnson, “che avrà bisogno di un richiamo a tempi brevi”.

I primi a ricevere la terza dose entro la fine dell’anno saranno gli anziani e il personale sanitario. Da gennaio si partirà poi con il resto della popolazione, scaglionato in base a quando è stata somministrata la prima e la seconda dose. La scelta della terza dose, come afferma Sileri, “è auspicabile sia condivisa da tutta l’Europa, considerando il boom di contagi in alcuni paesi europei”, dove oltre ai casi “aumenta il rischio che si diffondano nuove varianti”. Riguardo al vaccino per la fascia di popolazione tra i 5 e 11 anni dipenderà invece “dagli enti regolatori, e appena approvato sarà disponibile in Italia”.

Intanto i dati dell’andamento della pandemia in Italia sembrano in crescita. Lunedì sono stati registrati 2.535 casi e 30 decessi, con un tasso di positività dell’1,1%. Una settimana fa i casi erano invece 1.597 e il tasso di positività era fermo allo 0,7%. Per fortuna, nonostante l’aumento dei contagi, per adesso i ricoveri dovuti al Covid non sembrano impattare particolarmente le strutture sanitarie.

Ultime notizie