sabato, 4 Dicembre 2021

Processo contro boss che acquistò bambino rom: procura chiede di riascoltare i collaboratori di giustizia

Il boss Ciro Rinaldi è accusato di aver acquistato per 10mila euro un bambino dalla madre di origine rom per donarlo ad un affiliato e alla moglie.

Da non perdere

A Napoli, il processo d’appello che vede imputato il boss Ciro Rinaldi, accusato di aver acquistato per 10mila euro un bambino dalla madre di origine rom per donarlo ad un affiliato e alla moglie, ha visto la stessa coppia e la madre del bambino condannati per aver falsificato i documenti di nascita.

Rinaldi, invece, nonostante il sostituto procuratore antimafia abbia chiesto 12 anni di carcere, è stato assolto dalla quinta sezione penale del Tribunale di Napoli e l’aggravante mafiosa non è stata neppure riconosciuta dal Gup.

Ora la Procura ha deciso di ricorrere in appello con la richiesta di riascoltare i due collaboratori di giustizia che, con le loro dichiarazioni, hanno permesso di processare Rinaldi e la coppia di affiliati.

Ultime notizie