lunedì, 25 Ottobre 2021

Violenze a Roma, devastato pronto soccorso Umberto I: feriti 2 agenti e 2 sanitari

Solo l'intervento della Polizia, durato alcune ore, ha permesso di riportare la calma fra i sanitari e i pazienti presenti. Dura la reazione dell'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato: "Un episodio gravissimo, bisogna fermare la violenza",

Da non perdere

Un gruppo di manifestanti hanno assaltato e distrutto il Pronto Soccorso dell’Ospedale Umberto I di Roma nella notte. Qui era ricoverato un altro manifestante che ieri era stato ferito e posto in stato di fermo, dopo l’assalto alla sede della CGIL avvenuta ieri a Roma.
Oltre 20 persone che si sono presentate al nosocomio romano, hanno sfondato la porta di ingresso e devastato il Pronto Soccorso, generando il panico nei presenti.

Solo l’intervento della Polizia, durato alcune ore, ha permesso di riportare la calma fra i sanitari e i pazienti presenti. Dura la reazione dell’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, che si è recato al Policlinico per verificare l’accaduto ed esprimere solidarietà ai sanitari. “Un episodio gravissimo, bisogna fermare la violenza”, ha commentato, spiegando che ci sono 4 feriti, due tra le forze dell’ordine e due operatori sanitari. “Non è tollerabile che vengano aggrediti degli operatori sanitari”, ha detto ancora D’Amato.

Ultime notizie