sabato, 23 Ottobre 2021

Calo delle temperature in tutta Italia: l’autunno è arrivato e si sente

Piogge sparse e temperature in diminuzione. Dalla prossima settimana il freddo si farà sentire con la colonnina di mercurio in netta discesa.

Da non perdere

Da questo fine settimana, in arrivo i primi freddi intensi della stagione. Le correnti fresche orientali che continuano ad affluire sull’Italia sono la causa di tempo instabile sulle regioni adriatiche, direttamente esposte ai flussi da est, che generano annuvolamenti e piogge, spingendosi fino alle regioni meridionali. Situazione diversa al Nord e sulle regioni tirreniche, dove il tempo rimane più stabile e soleggiato, tranne sulla Val Padana centro-occidentale, dove il tempo rimane nuvoloso. Più nel dettaglio la giornata di oggi, sabato 9 ottobre, vedrà al nord nubi nei settori Nord-Occidentali e sole nella zona del Nordest con massime comprese tra i 17 e i 21. Rovesci sparsi sul versante adriatico, su Est Sardegna e basso Lazio, con temperature stazionarie, tra i 19 e i 23 gradi. Tempo instabile con un’alternanza di temporali e schiarite nelle zone Adriatiche, con temperature comprese tra i 19 e i 24 gradi come massime. Con l’inizio della prossima settimana, l’alta pressione delle Azzorre migrerà verso la zona della Penisola Scandinava. Questo movimento metterà in moto correnti d’aria molto fredde che dall’Artico arriveranno al Sud, raggiungendo l’Italia.

Queste masse d’aria molto instabili daranno vita ad un vero e proprio ciclone intorno alla giornata di specie da martedì 13. Le conseguenze saranno un crollo verticale delle temperature con valori di circa 7/8°C. In città come Torino, Milano, Bologna e Venezia le temperature minime potrebbero raggiungere i 4-5°C. Le regioni del Nord Est e quelle centro-meridionali dovranno fare i conti con un’ondata di maltempo pericolosa, caratterizzata da piogge torrenziali e rischio nubifragi. In Puglia, nel bollettino diramato dalla Protezione civile si notifica infatti un forte rischio precipitazioni: “diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, i fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”. Davanti al rischio temporali, l’annuncio di un’allerta gialla per rischio idrogeologico ed idrogeologico su tutta la Puglia che proseguirà “dalle ore 8 del giorno 08/10/2021 e per le successive 24 ore”. Lungo la zona dorsale appenninica, potrebbe tornare anche la neve, fino a quote prossime ai 1400/1500 metri sui settori romagnoli, marchigiani e abruzzesi.

Ultime notizie