venerdì, 24 Settembre 2021

Covid Germania, chiuso in anticipo concerto di Nena: “Libertà non rispettate”

Nena durante lo spettacolo, ha invitato ad infrangere il sistema creato dagli organizzatori del concerto, che avevano previsto un sistema per tenere distanziate le persone durante il concerto.

Da non perdere

Impazza la polemica il Germania: ieri le autorità locali hanno deciso di chiudere in anticipo il concerto all’aperto della cantante Nena, sia per la violazione delle regole sul distanziamento sociale, sia soprattutto per la reazione dell’artista.
Proprio Nena, infatti, durante lo spettacolo, ha invitato ad infrangere il meccanismo creato dagli organizzatori del concerto, che avevano previsto un sistema per tenere distanziate le persone durante l’evento.

“Tutti hanno la responsabilità di scegliere, ognuno deve essere libero di scegliere se vaccinarsi o no”, ha dichiarato la cantante a fine esibizione, contestando la chiusura anticipata imposta e correlando le regole sul distanziamento e la forte pressione a vaccinarsi.

“Non si tratta di capire cosa ci è permesso fare, ma la domanda è cosa noi permettiamo di farci” ha poi aggiunto Nena. L’artista aveva già dichiarato il suo sostegno alle proteste contro le misure anti-covid, sostenendo anche il movimento dei Querdenker (pensiero trasversale).
Il comportamento di ieri sera di Nena è stato fortemente criticato oggi da tanti media, specie dal quotidiano di sinistra Taz, ma ha trovato anche l’approvazione di molti, particolarmente in partiti di estrema destra.

Ultime notizie