venerdì, 30 Luglio 2021

Clima, picchi di caldo sull’Italia, fino a 45°: possibile tregua a luglio

Questo clima ci farà compagnia anche durante la prossima settimana; da lunedì 28 è prevista una nuova pesante ondata di calore, che lascerà poi spazio a cambiamenti nel periodo di inizio luglio.

Da non perdere

L’estate 2020 è esplosa all’improvviso: giugno, dopo il passaggio dell’anticiclone subtropicale, si è presentato con temperature roventi, che non appartengono al periodo.

Infatti, si tratta proprio di anomalie termiche nell’ordine addirittura di 8/10ºC su molte regioni, valori da record che che portano giugno 2020 in pole position, dopo la stagione del 2003, la più calda che registrata.

Questo clima ci farà compagnia anche durante la prossima settimana; da lunedì 28 è prevista una nuova pesante ondata di calore, che lascerà poi spazio a cambiamenti nel periodo di inizio luglio.

La settimana inizierà ancora con stabilità atmosferica grazie alla presenza, diventata fissa, dell’alta pressione di origine subtropicale sul bacino del Mediterraneo. Tra lunedì 28 e mercoledì 30 giugno ci aspettiamo una nuova impennata del caldo sotto la rovente aria sahariana che porterà un altro aumento delle temperature che si porteranno su valori ancora eccezionali.

Per la zona della Val padana e per le zone interne del Centro e al Sud, sono attese punte massime di più di 36/37°C durante le ore pomeridiane, fino a 45°C nel Siracusano, in Sicilia. Unici temporali soltanto sulle Alpi, per il resto non sono previste precipitazioni.

La novità, o una possibile tregua di queste condizioni fin troppe estreme, potrebbe arrivare non prima dell’inizio del mese di luglio, con il passaggio di una depressione, in discesa dalle alte latitudini.

Per i dettagli occorre naturalmente attendere ancora qualche giorno, ma se ciò fosse confermato è lecito aspettarsi una fase più movimentata con diverse occasioni per temporali e, soprattutto, con un calo delle temperature.

Ultime notizie