martedì, 21 Settembre 2021

Argentina, caos economico e pandemico: doppio record di contagi e inflazione alle stelle

Il presidente Alberto Fernadez ha promesso «misure più dure» dalla prossima settimana. Ad allarmare c’è anche l’inflazione: il costo della vita è aumentato del 46,3% negli ultimi 12 mesi.

Da non perdere

Tra Covid e crisi economica, l’Argentina è sull’orlo del baratro: quasi 750 morti al giorno e più di 30mila contagi in 24 ore su una popolazione di 45 milioni di persone. Secondo i dati del ministero della Salute argentino, nelle ultime 24 ore è stato registrato un doppio record di contagi e morti. È emerso infatti che i contagi sono stati 35.543, che hanno portato il totale generale a quota 3.371.508, mentre 745 sono i morti, facendo salire il bilancio dei deceduti a 71.771.

Nonostante 8 milioni di argentini su 45 abbiano già ricevuto almeno la prima dose di vaccino, i contagi sono in aumento. Una delle cause è sicuramente da individuare nelle condizioni di estrema povertà e scarsissima igiene in cui versa chi vive nelle villas miserias, le favelas che circondano la capitale.

Infatti, il peggioramento della pandemia riguarda proprio l’enorme provincia, grande come l’Italia, dove 59 comuni sono nella fase 2 del rischio pandemico, 66 in fase 3 e 10 in fase 4. L’Argentina ora ha il record mondiale di morti giornaliere, 16.46 per ogni milione di abitanti, più del Brasile che è a 11.82. Il presidente Alberto Fernadez ha promesso «misure più dure» dalla prossima settimana.

Come se questo quadro emergenziale non fosse abbastanza preoccupante, ad allarmare c’è anche l’inflazione: il Paese ha ridotto l’export di carne bovina per un mese nel tentativo di contenere l’impennata dei prezzi sul suo mercato interno, col costo della vita aumentato del 46,3% negli ultimi 12 mesi.

Ultime notizie