sabato, 15 Maggio 2021

Terremoto Centro Italia 2016, parte il Contratto istituzionale di sviluppo: 160 milioni di euro per la ricostruzione

Il Cis ha a disposizione 100 milioni di euro stanziati dalla legge di bilancio e 60 milioni di euro provenienti dalla contabilità speciale del commissario. A questi potranno affiancarsi altri strumenti,

Da non perdere

Via al Contratto istituzionale di sviluppo del cratere Centro Italia. Servirà a sostenere progetti e investimenti integrativi e complementari sulla ricostruzione degli edifici, per assicurare la ripresa e lo sviluppo economico delle aree colpite dai terremoti del 2016 e 2017. Cinque i nuclei d’intervento: ambiente e risorse naturali; cultura e turismo; trasporti e mobilità; riqualificazione urbana e infrastrutture sociali.

Il Cis ha a disposizione 100 milioni di euro stanziati dalla legge di bilancio e 60 milioni di euro provenienti dalla contabilità speciale del commissario. A questi potranno affiancarsi altri strumenti, sempre destinati al Centro Italia, a cominciare dai 60 milioni per la creazione dei centri di ricerca delle Università del cratere e i 50 milioni frutto dei risparmi della Camera dei deputati affidati alla cabina di regia di Palazzo Chigi.

Il provvedimento è stato reso noto durante la riunione tra: l’avvocato Giovanni Legnini, Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione sisma 2016; la ministra per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna; i Presidenti e gli Assessori regionali di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria; i rappresentanti dei Sindaci del cratere; l’Amministratore Delegato di Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa), Domenico Arcuri e il nuovo Direttore dell’Agenzia per la Coesione, Paolo Esposito.

Ultim'ora