domenica, 26 Settembre 2021

Covid, allarme dell’OMS: il sud del mondo muore. “È peggio che nel 2020”

Nelle Americhe, la Pandemia invece che fermarsi, accelera. L'Oms lancia l'allarme.

Da non perdere

L’Oms lancia l’allarme: nelle Americhe, la Pandemia invece che fermarsi, accelera.

Nelle Americhe la Pandemia non ha avuto nessuna battuta di arresto, anzi ad oggi sta accelerando: è peggio che nel 2020.

È l’Oms a lanciare l’allarme e Carissa Etienne, capo della Paho, rincara la dose: “La nostra regione è ancora sotto la morsa di questa pandemia, in diversi paesi del Sud America nei primi quattro mesi di quest’anno è stata peggiore che nel 2020 e per invertire la rotta serve una combinazione di accesso rapido ed equo ai vaccini e misure preventive efficaci. Questa pandemia non solo non è finita, ma sta accelerando”.

Nonostante le buone notizie giunte dalla regione di San Paolo nei giorni scorsi, la situazione pandemica in Brasile sembra davvero fuori controllo. Salgono ancora i contagi, il numero di morti non accenna a scendere.

In Argentina, nei giorni scorsi, è stata superata la barriera dei 60mila decessi per Covid-19 dall’inizio della pandemia, nel marzo del 2020, dopo aver registrato ieri la morte di altre 291 persone.

Il Perù ha introdotto il lockdown solo il primo aprile, quando era chiaro che, anche lì, la pandemia era fuori controllo. Né miglior sorte hanno gli abitanti del Venezuela, della Bolivia e degli altri Paesi Sudamericani.

È tempo che, la comunità internazionale intervenga a sostegno delle regioni più povere del Pianeta, per fermare il contagio. E le morti.

Ultime notizie