lunedì, 27 Settembre 2021

Coprifuoco, a maggio si cambia. La Camera impegna il Governo

Intanto, la maggioranza "impegna il governo a valutare nel mese di maggio, sulla base dell'andamento del quadro epidemiologico oltre che dell'avanzamento della campagna vaccinale, l'aggiornamento delle decisioni prese".

Da non perdere

Continua a non placarsi il dibattito politico sul coprifuoco in Italia. La maggioranza “impegna il governo a valutare nel mese di maggio, sulla base dell’andamento del quadro epidemiologico oltre che dell’avanzamento della campagna vaccinale, l’aggiornamento delle decisioni prese”. Nel prossimo decreto legge Covid sulle aperture, cioè, dovrà essere riconsiderato il coprifuoco, “anche rivedendo i limiti temporali di lavoro e spostamento”, ovvero ritoccando almeno il limite orario. La proposta è parte di una rimodulazione di un ordine del giorno sulle aperture, condivisa dalla maggioranza alla Camera, e di una mediazione condotta dal ministro Federico D’Incà sul tema.

Intanto, oggi, il sottosegretario all’interno Nicola Molteni aveva espresso la volontà di “spostare il limite del coprifuoco almeno alle 23”. Ed ha aggiunto: “Pensiamo di cancellarlo con la collaborazione e il dialogo del Governo”.

Dal canto suo, il Leader di Italia Viva, Matteo Renzi, si è detto allineato al pensiero del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini: “Il coprifuoco delle 22 va rivisto e nei prossimi giorni andrà tolto o prolungato l’orario. Errore politico regalare questa battaglia a Salvini. La lezione dell’estate 2019 gli è bastata e avanzata”. .

Ultime notizie