sabato, 18 Settembre 2021

Covid Veneto, Zaia: “Due casi di variante indiana a Bassano”

Lo ha reso noto il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina a Marghera, in occasione del ritorno in zona gialla.

Da non perdere

“Abbiamo due pazienti con la variante indiana a Bassano, sono padre e figlia indiani appena rientrati dall’India. Sono in isolamento a casa. Affrontiamo giorno dopo giorno questi aspetti, e andiamo avanti”, lo ha reso noto il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina a Marghera, in occasione del ritorno in zona gialla.

Commentando i dati della regione sulla pandemia, con ricoveri e positivi ancora in calo e 10 decessi nelle ultime 24 ore, Zaia ha affermato: “Le regole dovremmo rispettarle un po’ di più. La fase di convivenza con il virus è necessaria, speriamo di venirne fuori. Siamo davanti a un bivio: si riapre per l’estate o si torna indietro in questo incubo. Un terzo dei veneti è vaccinato”.

E proprio sulle vaccinazioni ha criticato il dibattito pubblico su AstraZeneca che “ha rallentato il vaccino sui settantenni, in tanti hanno rinunciato. In questa fase ci fermeremo al 70%. La vaccinazione è una scelta personale, ma noi abbiamo messo i veneti nella condizioni di vaccinarsi”.

“Solo 8 ultraottantenni entrati in terapia intensiva in aprile, significa che i vaccini funzionano”, ha concluso Zaia, “Dalle 14 si potranno prenotare i sessantenni: se sono fortunati, primi appuntamenti da giovedì. Appello agli ottantenni che mancano: per voi il posto c’è sempre, se non riuscite a prenotarvi chiedete aiuto a farmacie o comuni”.

Ultime notizie