sabato, 15 Maggio 2021

Covid, partorisce all’ottavo mese: Penelope nasce prematura e salva la vita alla madre

Cinque ausili respiratori, sei specialità mediche, decine di sanitari e quattro reparti dell'ospedale di Mestre dell'Angelo hanno evitato il peggio.

Da non perdere

Camilla Gnata e Piero Zane sono due trentenni di Murano, in attesa di un figlio da settembre. Sembra l’inizio di una bellissima e felicissima storia familiare, ma a causa del Covid la situazione degenera e diventa presto un incubo.

A Camilla viene diagnosticata una polmonite interstiziale severa che porta ad anticipare i tempi della gravidanza e così, dopo un taglio cesareo d’urgenza, viene alla luce la piccola Penelope.

La figlia, nonostante sia nata prematuramente il 25 marzo, è risultata negativa al Covid e, soprattutto, ha consentito i soccorsi alla madre che adesso è fuori pericolo di vita. Grazie a cinque ausili respiratori, sei specialità mediche, decine di sanitari e quattro reparti dell’ospedale di Mestre dell’Angelo è stato possibile scampare la tragedia.

Il padre, fortemente scosso e chiuso in casa in quanto positivo, le attende dormendo sul divano, perché per Piero il letto di casa senza Camilla e Penelope non merita di essere toccato.

Ultim'ora