sabato, 15 Giugno 2024

“Vogliono distruggere il nostro Paese”, Trump dalla Trump Tower di New York City

"Vogliono distruggere il nostro Paese" queste sono le parole di  Donald Trump parlando dalla Trump Tower di New York City dopo il verdetto nel caso pornostar.

Da non perdere

“Vogliono distruggere il nostro Paese”: queste sono le parole di  Donald Trump parlando dalla Trump Tower di New York City dopo il verdetto nel caso pornostar.

Un processo iniquo

L’ex presidente degli Stati Uniti, ha attaccato il giudice Juan Merchan, definendolo: corrotto e pieno di conflitti di interesse. “Sembra un angelo ma è davvero un diavolo”, ha dichiarato. Donald Trump continua affermando che il suo processo è stato iniquo, orchestrato da Joe Biden. Lamentandosi di essere stato ad un ordine bavaglio di non commentare il processo mentre è candidato per la Casa Bianca.

Tutto questo è più importante di me e della mia presidenzasto lottando per la nostra Costituzione. A nessun presidente dovrebbe capitare quello che sta capitando a me”. “Avrei voluto testimoniare, volevo farlo, ma la teoria dice che se affermi qualcosa di leggermente sbagliato ti denunciano per falso. A me non importava ma c’era questa cosa”, ha detto ancora l’ex presidente. “Mi sarebbe piaciuto tanto testimoniare in aula, ma si rischiava. Tipo, se avessi detto è una giornata bellissima e invece pioveva”.

I sostenitori di Trump davanti alla Trump Tower 

Sostenitori di Donal Trump si sono recati davanti alla Trump Tower, per assistere al suo discorso post sentenza. Si sono muniti di bandierine con su scritto “Trump won”, slogan della scorsa campagna elettorale che l’ha reso quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti.

Campagna da record per Trump

Dopo il verdetto di colpevolezza dell’ex presidente ha lanciato una campagna di raccolta fondi che in meno di 24 ore ha fruttato  34,8 milioni di dollari. Questa enorme cifra mostra come i finanziatori di Trump non si lascino intimidire dalla decisione presa dalla giuria di New York.

Ultime notizie