mercoledì, 12 Giugno 2024

Astronomia, lancio del satellite EarthCare: aiuterà a capire il cambiamento del clima

Sarà una missione di Europa e Giappone per lo studio di nubi e aerosol per scoprire i meccanismi alla base del cambiamento climatico.

Da non perdere

Con il lancio del satellite EarthCare prende il via una delle missioni più complesse e ambiziose nella storia dell’osservazione della Terra: con i suoi quattro strumenti all’avanguardia, la missione nata dalla collaborazione fra l’Agenzia Spaziale Europea e l’agenzia spaziale giapponese Jaxa studierà le nubi e l’aerosol per scoprire i meccanismi alla base del cambiamento climatico.

razzo

Progettata e realizzata da un consorzio di oltre 75 aziende con Airbus, la missione ha un importante contributo dell’Agenzia Spaziale Italiana e dell’industria Leonardo. Quest’ultima ha realizzato componenti di due dei quattro strumenti di bordo, oltre ai i pannelli solari e a uno speciale sensore per orientare il satellite in caso di necessità.

Il lancio del satellite

Dopo il lancio, avvenuto con successo dalla base californiana di Vandenberg con un razzo Falcon 9, il satellite si è regolarmente separato dal razzo e circa un’ora più tardi la stazione di Terra di Hartebeesthoek, in Sudafrica, ha ricevuto il segnale che indicava che EarthCare era entrato nell’orbita prestabilita, a circa 400 chilometri dalla superficie terrestre, iniziando così una missione piena di promesse, in un momento nel quale il cambiamento climatico diventa un dibattito importante.

Il compito è quello di capire il ruolo che le nuvole e gli aerosol svolgono nel riscaldamento e nel raffreddamento dell’atmosfera terrestre. Fedele alla tradizione giapponese, la Jaxa ha già trovato un soprannome per il satellite: ‘Hakuryu’, che significa ‘Drago bianco’ per via dell’aspetto del satellite, con il suo corpo bianco e il pannello solare simile a una lunga coda.

satellite

Le dichiarazioni

La direttrice dei programmi di Osservazione della Terra dell’Esa, Simonetta Cheli, dichiara che l’avanzamento delle conoscenze scientifiche permetterà di comprendere e agire sui cambiamenti climatici, non nascondendo anche l’entusiasmo nel voler ricevere i primi dati.

Eiichi Tomita, il responsabile scientifico del radar della Jaxa afferma che con l’aumentare l’accuratezza dei modelli climatici globali utilizzando i dati di EarthCARE,permetterà di prevedere meglio il clima futuro e di adottare le misure di mitigazione necessarie.

EarthCare

Ultime notizie