mercoledì, 12 Giugno 2024

Europee 2024, Meloni: “L’UE deve fare meno, ma meglio”

La premier si è detta determinata a portare avanti le riforme del governo, convinta che esse possano risolvere molti problemi e migliorare il sistema politico italiano.

Da non perdere

La Premier Giorgia Meloni ha espresso la necessità di un cambiamento radicale nelle priorità dell’Unione Europea. In un’intervista a ‘Giù la maschera’ su Rai Radio 1, ha affermato che l’Europa deve concentrarsi su meno questioni, ma gestirle con maggiore efficacia, anziché cercare di regolamentare ogni aspetto della vita dei cittadini.

“Non cerco compromessi, cerco di cambiare ciò che funziona e, se gli italiani mi sostengono, credo di poterci riuscire. L’Europa deve diventare un valore aggiunto e non un ostacolo, come spesso è stato negli ultimi anni”, ha dichiarato la premier. Con le elezioni europee alle porte, Meloni vede un’opportunità per una maggioranza diversa in UE e si dice fiduciosa nel potenziale di cambiamento.

Meloni ha sottolineato il ruolo centrale dell’Italia in Europa, sostenendo che il Paese è ora in una posizione che può fare la differenza grazie a proposte pragmatiche. Ha ribadito la sua collaborazione istituzionale con Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea, sottolineando l’importanza di una cooperazione solida.

Commenti sulla Guerra in Ucraina

La premier ha anche affrontato la questione della guerra in Ucraina, descrivendo l’invasione russa come una guerra imperialista. Ha evidenziato le gravi perdite subite dalla Russia e ha insistito sulla necessità di sostenere l’Ucraina. Meloni ha espresso scetticismo riguardo alle recenti aperture diplomatiche di Putin, affermando che la pace è possibile solo con il ritiro delle truppe russe.

Riforma della Rai

In merito alla televisione pubblica, Meloni ha criticato la sinistra per aver “occupato manu militari” la Rai e ha auspicato un sistema più pluralista che rappresenti tutti i cittadini. “Riformare la Rai? Non spetta al governo, ma al Parlamento”, ha concluso.

Riforme Istituzionali

Meloni ha infine discusso le riforme istituzionali in corso, spiegando che la proposta di riforma del premierato mira a restituire la scelta di chi governa nelle mani dei cittadini, garantendo stabilità politica per cinque anni. Ha criticato il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle per la loro opposizione alla riforma, accusandoli di voler mantenere il controllo sui governi senza elezioni dirette, a scapito degli italiani.

La premier si è detta determinata a portare avanti queste riforme, convinta che esse possano risolvere molti problemi e migliorare il sistema politico italiano.

Ultime notizie