sabato, 15 Giugno 2024

Stefano Apuzzo, ex deputato Verdi espone due bandiere della Palestina a Montecitorio: basta armi italiane ad Israele

Il 23 maggio 2024, l'ex deputato dei Verdi, candidato alle europee, Stefano Apuzzo, appende due bandiere della Palestina in un balcone di Montecitorio. "Voglio ricordare alle istituzioni e al governo italiano che c'è un massacro in corso a Gaza, sono morte 35 mila persone, la maggior parte donne e bambini, basta rifornire armi italiane ad Israele." 

Da non perdere

Il 23 maggio 2024, l’ex deputato dei Verdi, candidato alle europee, Stefano Apuzzo, appende due bandiere della Palestina in un balcone di Montecitorio. “Voglio ricordare alle istituzioni e al governo italiano che c’è un massacro in corso a Gaza, sono morte 35mila persone, la maggior parte donne e bambini, basta rifornire armi italiane ad Israele.”

Stefano Apuzzo, spiega, che il suo gesto è un’azione dimostrativa per “dare una svegliata alle istituzioni e al governo italiano.” “Serve il cessate il fuoco. Vanno liberati gli ostaggi israeliani e i 2 milioni e mezzo di palestinesi tenuti in ostaggio da Netanyahu. Basta armi italiane ad Israele, e stop al genocidio a Gaza. L’Italia con Leonardo e Oto Melara è protagonista di quello che sta succedendo a Gaza. Poi abbiamo accordi nazionali su sicurezza e tecnologia con Israele. Il mio gesto è dedicato ai ragazzi accampati in tutta Italia e nel mondo che protestano contro gli accordi con le università israeliane, che possono avere anche riverberi militari» ”

Stefano Apuzzo, parlamentare dei Verdi nell’undicesima legislatura, dal 1992 al 1994, ha scavalcato una finestra di palazzo Montecitorio, camminando sul cornicione fino a raggiungere il balcone, dove ha esposto due bandiere della Palestina. Dopo aver esposto la banidera ha urlato: “Cessate il fuoco”, “Ostaggi liberi”, “Basta col massacro a Gaza con le armi italiane”. Apuzzo è poi rientrato dalla finestra da cui era uscito e i commessi della Camera hanno rimosso le bandiere.

Apuzzo ha ricevuto consensi da parte del suo partito. Luana Zanella, la capogruppo di Alleanza Verdi e Sinistra alla camera, ha dichiarato: “Il gesto simbolico del nostro Stefano Apuzzo mette in evidenza l’immobilismo del Governo Meloni sulla drammatica realtà dei Palestinesi. Mentre diversi Paesi europei riconoscono lo Stato di Palestina e il Governo italiano tace, Apuzzo ci ricorda che serve il cessate il fuoco. Che vanno liberati gli ostaggi israeliani e i due milioni e mezzo di palestinesi tenuti in ostaggio da Netanyahu. Basta armi italiane a Israele, e stop al genocidio a Gaza”. Il deputato di Avs e il portavoce di Europa Verde, Angelo Bonelli, afferma: “Non sono sorpreso per il gesto di Stefano Apuzzo, lui ha una sua storia, quindi spiegherà lui il suo gesto. La cosa sicura è la necessità urgente di riconoscere lo Stato di Palestina”.

Ultime notizie