lunedì, 20 Maggio 2024

Ucraina, il ministro russo Lavrov avverte: “Pronti a combattere contro l’Europa”

L'offensiva russa nella regione di Kharkiv continua a intensificarsi, mettendo sotto pressione le difese ucraine.

Da non perdere

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha emesso una dura dichiarazione di avvertimento nei confronti dell’Occidente, affermando che la Russia è pronta a combattere sul campo di battaglia se l’Occidente cerca una soluzione militare al conflitto in Ucraina. Parlando al Consiglio della Federazione, Lavrov ha sottolineato la determinazione della Russia nelle consultazioni per la sua riconferma alla carica, come riportato dalla Tass.

L’offensiva russa nella regione di Kharkiv continua a intensificarsi, mettendo sotto pressione le difese ucraine. L’obiettivo dichiarato dell’operazione, come spiegato dal presidente Vladimir Putin, è la creazione di una zona cuscinetto per proteggere i territori controllati dalla Russia dall’Ucraina. Gli attacchi russi stanno spingendo l’Ucraina a schierare ulteriori truppe nell’oblast di Kharkiv, mettendo a rischio il fronte orientale.

Le autorità ucraine hanno ammesso che le forze armate russe hanno ottenuto “successi tattici” nella loro avanzata a Kharkiv. La situazione è diventata critica per la città di Vovchansk, situata a soli cinque chilometri dal confine con la Russia, che è stata colpita da pesanti bombardamenti. L’evacuazione dei civili è in corso nella regione, con migliaia di persone costrette a lasciare le proprie case a causa dei combattimenti.

Nel frattempo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha espresso la sua determinazione nel contrastare l’aggressione russa. Zelensky ha sottolineato che la situazione è critica non solo a Kharkiv, ma anche in altre aree come il settore di Donetsk. Ha evidenziato la necessità di infliggere perdite alla Russia e ha ribadito l’impegno delle forze di difesa ucraine nel mantenere le linee difensive e proteggere il territorio nazionale.

Le violenze si estendono anche ad altre regioni dell’Ucraina, con attacchi russi segnalati nell’oblast di Sumy e nella regione di Donetsk. Le perdite umane e i danni materiali continuano a salire, con numerose vittime civili e danni alle abitazioni.

I recenti sviluppi sul campo di battaglia riflettono un’escalation delle tensioni tra Russia e Ucraina, con gravi conseguenze umanitarie e un crescente bilancio di morti e feriti. La comunità internazionale è chiamata a intervenire per fermare la violenza e cercare una soluzione pacifica al conflitto che continua a mietere vittime innocenti

Ultime notizie