lunedì, 20 Maggio 2024

New York, in ballo soldi alla pornostar Stormy Daniels: oggi il processo

Donald Trump si trova di fronte all'inizio del processo a New York, accusato di 34 capi di imputazione per aver falsificato le sue dichiarazioni finanziarie per nascondere i 130.000 dollari pagati a Stormy Daniels per il suo silenzio poco prima delle elezioni del 2016.

Da non perdere

Oggi, 15 aprile, Donald Trump si trova di fronte all’inizio del processo a New York, accusato di 34 capi di imputazione per aver falsificato le sue dichiarazioni finanziarie per nascondere i 130.000 dollari pagati a Stormy Daniels per il suo silenzio poco prima delle elezioni del 2016.

Questo rappresenta il primo processo penale per un ex presidente nella storia americana, con un’enorme attenzione mediatica proiettata sull’evento. Il procedimento inizierà con la selezione della giuria e si prevede che durerà sei settimane, con udienze giornaliere, ad eccezione del mercoledì.

Trump ha confermato che intende testimoniare, sottolineando che dirà la verità. Tuttavia, nonostante l’attenzione mediatica, le telecamere non saranno ammesse in aula e la presenza di fotografi sarà limitata. L’ex presidente, noto per spettacolarizzare eventi giudiziari, potrebbe utilizzare questo processo come una piattaforma politica, denunciando l’accusa come una persecuzione giudiziaria motivata politicamente.

Il processo ruota attorno al pagamento effettuato da Trump a Stormy Daniels attraverso il suo ex avvocato Michael Cohen, che è stato successivamente rimborsato da Trump e presentato come spese legali. Cohen sarà uno dei testimoni chiave del processo, anche se la difesa cercherà di screditarlo per essere un “bugiardo dichiarato”.

Gli esperti legali sollevano dubbi sulla solidità dell’accusa, suggerendo che potrebbe essere difficile dimostrare che i soldi fossero parte della campagna politica di Trump e che egli abbia falsificato i suoi registri contabili in violazione delle leggi elettorali.

Se condannato per tutti i capi di imputazione, Trump rischierebbe una pesante pena detentiva, anche se molti ritengono che sarebbe più probabile ottenere la condizionale. Il giudice incaricato di decidere la pena è stato oggetto di attacchi da parte di Trump, il che potrebbe influenzare il risultato finale del processo.

Con la campagna elettorale ancora lontana, l’esito di questo processo potrebbe avere un impatto significativo sul futuro politico di Trump e sulla corsa presidenziale del 2024.

Ultime notizie