lunedì, 15 Aprile 2024

Ucraina, raid russi provocano morti e feriti: la risposta di Kiev

Le forze russe hanno lanciato una serie di attacchi su 13 oblast dell'Ucraina nell'ultimo giorno di guerra, causando la morte di tre persone e il ferimento di altre 21, tra cui bambini.

Da non perdere

Le forze russe hanno lanciato una serie di attacchi su 13 oblast dell’Ucraina nell’ultimo giorno di guerra, causando la morte di tre persone e il ferimento di altre 21, tra cui bambini. Questa violenta escalation è stata confermata dalle autorità regionali, che hanno evidenziato danni significativi alle infrastrutture e alla popolazione. L’attacco missilistico contro la città di Dnipro ha provocato il ferimento di almeno 18 persone, con dodici feriti ricoverati in ospedale, compresi cinque bambini.

Numerosi edifici, inclusi istituti scolastici e condomini, sono stati danneggiati dagli attacchi, mettendo in pericolo la vita di civili innocenti. In altre regioni come Donetsk, Kharkiv e Kherson, i raid russi hanno causato ulteriori morti e feriti, aggiungendo dolore e sofferenza alla popolazione già colpita dalla guerra.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha condannato l’implacabile bombardamento russo, sottolineando l’urgente necessità di sistemi di difesa aerea affidabili per proteggere la vita dei cittadini e ripristinare la sicurezza nelle città. Zelensky ha evidenziato il ruolo fondamentale dei sistemi di difesa aerea nel contrastare le minacce russe, sottolineando il successo dei Patriot nelle mani degli ucraini nel contrastare il terrore russo.

Le forze di difesa aerea di Kiev hanno segnalato di aver intercettato con successo quattro droni d’attacco Shahed lanciati dalla Russia, dimostrando la determinazione e la capacità dell’Ucraina di proteggere il proprio spazio aereo. Questi droni sono stati abbattuti in varie regioni dell’Ucraina, impedendo ulteriori danni e vittime tra la popolazione civile.

Inoltre, l’Ucraina ha reso noto che, dall’inizio della guerra, la Russia ha subito pesanti perdite sia in termini di vite umane che di equipaggiamento militare. Il bilancio delle perdite russe comprende oltre 444.000 soldati morti e numerose perdite di veicoli, armamenti e altre risorse militari.

Questi recenti sviluppi confermano la grave escalation del conflitto in Ucraina, con la popolazione civile che continua a subire le conseguenze devastanti delle azioni russe. La comunità internazionale è chiamata a intensificare gli sforzi per porre fine a questa crisi umanitaria senza precedenti.

Ultime notizie