martedì, 16 Aprile 2024

UE, acquisizione di Ita da parte di Lufthansa: rischio di aumento dei prezzi e calo dei servizi

La Commissione Europea ha sollevato un'allarme riguardo al progetto di acquisizione congiunta di Ita da parte di Lufthansa e del Ministero dell'Economia e delle Finanze (Mef), avvertendo che tale mossa potrebbe compromettere la concorrenza sulle rotte aeree in entrata e in uscita dall'Italia.

Da non perdere

La Commissione Europea ha sollevato un’allarme riguardo al progetto di acquisizione congiunta di Ita da parte di Lufthansa e del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef), avvertendo che tale mossa potrebbe compromettere la concorrenza sulle rotte aeree in entrata e in uscita dall’Italia. Secondo l’indagine in corso sull’integrazione, i clienti potrebbero trovarsi di fronte ad un aumento dei prezzi e ad una diminuzione della qualità dei servizi.

Lufthansa e il Mef hanno tempo fino al 26 aprile 2024 per presentare alla Commissione Europea soluzioni alle preoccupazioni riguardanti la concorrenza elencate nella comunicazione inviata.

In particolare, la Commissione esprime timori per la concorrenza nello scalo di Milano Linate e su alcune rotte che collegano l’Italia con l’Europa Centrale, il Nordamerica e il Giappone. La fusione potrebbe ridurre la concorrenza su rotte a corto e lungo raggio, dove Lufthansa e Ita competono principalmente con voli diretti o indiretti. Si prevede che la concorrenza, attualmente limitata, provenga principalmente dai vettori low-cost come Ryanair.

La valutazione della Commissione considera le attività di Ita, Lufthansa e dei suoi partner della joint venture come un’unica entità dopo la fusione. La preoccupazione principale riguarda la possibile creazione o rafforzamento di una posizione dominante di Ita nell’aeroporto di Milano Linate, rendendo più difficile per i concorrenti fornire servizi di trasporto aereo passeggeri da e per il city hub lombardo.

La situazione sottolinea l’importanza di mantenere un mercato concorrenziale nel settore del trasporto aereo per garantire la tutela dei consumatori e la qualità dei servizi offerti.

Ultime notizie