domenica, 14 Aprile 2024

Ucraina, attacco russo su Kiev e Leopoli: Polonia denuncia violazione dello spazio aereo

Le forze russe hanno preso di mira specificamente le "infrastrutture critiche" nella regione di Leopoli, come riportato dal sindaco della città, Andriy Sadovyi, su Telegram.

Da non perdere

Nella notte scorsa, la Russia ha sferrato un duro attacco contro la capitale ucraina, Kiev, e la città occidentale di Leopoli, utilizzando un totale di 57 missili e droni, secondo le ultime notizie rilasciate dagli ufficiali ucraini. L’aeronautica di Kiev ha confermato che la difesa ucraina è riuscita a distruggere 18 dei 29 missili e 25 dei 28 droni lanciati dall’avversario.

Le forze russe hanno preso di mira specificamente le “infrastrutture critiche” nella regione di Leopoli, come riportato dal sindaco della città, Andriy Sadovyi, su Telegram. L’attacco ha coinvolto circa 20 missili e sette droni, aumentando le preoccupazioni per la sicurezza e la stabilità della regione occidentale dell’Ucraina.

La situazione si è ulteriormente complicata con la denuncia della Polonia, secondo cui uno dei missili da crociera lanciati dalla Russia ha violato brevemente il suo spazio aereo. Le forze armate di Varsavia hanno segnalato che l’oggetto è entrato nello spazio polacco vicino alla città di Oserdow, rimanendo lì per 39 secondi, mentre è stato costantemente monitorato dai sistemi radar militari.

In risposta a questa violazione, il Comando operativo delle Forze armate polacche ha avviato tutte le procedure necessarie per garantire la sicurezza dello spazio aereo nazionale, avvertendo la popolazione di un possibile aumento dell’attività aerea militare nel paese, soprattutto nella parte sud-orientale. Il ministero degli Esteri polacco ha annunciato l’intenzione di chiedere chiarimenti alla Russia in merito a questa violazione e ha sottolineato la necessità urgente di porre fine agli attacchi aerei contro l’Ucraina.

Questa nuova escalation nel conflitto tra Ucraina e Russia solleva gravi preoccupazioni sulla sicurezza e la stabilità della regione e richiede un intervento deciso della comunità internazionale per evitare ulteriori violenze e favorire una soluzione diplomatica al conflitto

Ultime notizie