martedì, 16 Aprile 2024

Economia Italia, 1 Famiglia su 10 in gravi difficoltà: prospettive negative per il 2024

L'indagine annuale condotta da Altroconsumo ha rivelato una situazione preoccupante per le famiglie italiane, con una persistente debolezza nella capacità di spesa.

Da non perdere

L’indagine annuale condotta da Altroconsumo ha rivelato una situazione preoccupante per le famiglie italiane, con una persistente debolezza nella capacità di spesa. Nonostante una leggera stabilizzazione, la situazione rimane critica e le prospettive per il futuro non sembrano promettenti.

Secondo il Termometro Altroconsumo 2023, che analizza sei ambiti di spesa tra cui abitazione, mobilità, salute, alimentazione, istruzione, cultura e tempo libero, l’indice complessivo è di 45,1, segnando un lieve calo rispetto all’anno precedente. Questo risultato rappresenta un nuovo record negativo dall’inizio delle rilevazioni nel 2018.

L’analisi rivela che una famiglia su dieci (10%) ha sperimentato gravi difficoltà economiche nel corso del 2023, con un numero sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente ma ancora allarmante. Solo il 27% delle famiglie non ha riportato alcuna difficoltà, mentre aumenta il numero di coloro che hanno avuto problemi nel risparmiare, passando dal 35% al 40%.

Le spese per l’abitazione e la salute sono risultate essere le principali fonti di difficoltà, con il 51% e il 47% delle famiglie che ha avuto problemi rispettivamente. In particolare, le visite mediche e le cure dentistiche sono emerse come voci di spesa particolarmente problematiche, con un aumento del 4% rispetto all’anno precedente.

È preoccupante anche l’aumento delle famiglie che faticano a concedersi piccoli lussi come andare al bar o al ristorante, che è salito al 44%, con un incremento di 8 punti percentuali rispetto al 2022.

La disparità tra le diverse regioni italiane è confermata anche nel 2023, con il Nordovest che mostra una situazione migliore rispetto al Centro e al Sud, evidenziando un divario persistente.

Nonostante le politiche messe in atto per sostenere i redditi e contenere l’inflazione, sembra che i benefici non si siano riversati positivamente sulle famiglie italiane, minacciando così la loro stabilità economica e sociale.

In particolare, la spesa sanitaria privata è aumentata significativamente, con il 7% delle persone che hanno rinunciato alle cure per problemi economici o difficoltà di accesso ai servizi.

La situazione critica emersa dall’indagine Altroconsumo richiede un’azione urgente da parte delle autorità per garantire il benessere economico delle famiglie italiane e proteggere i loro diritti fondamentali.

Ultime notizie