domenica, 14 Aprile 2024

Allarme aereo in Ucraina, esplosioni a Kiev e altre città

Il sindaco di Kiev, Vitaliy Klitschko, ha lanciato un appello urgente ai cittadini, invitandoli a cercare riparo nei rifugi e a evitare di uscire.

Da non perdere

Una tensione palpabile si è diffusa nell’aria dell’Ucraina questa mattina, con un’allerta aerea che ha fatto eco in tutto il paese a seguito di esplosioni avvenute a Kiev e in diverse altre città. Il sindaco di Kiev, Vitaliy Klitschko, ha lanciato un appello urgente ai cittadini, invitandoli a cercare riparo nei rifugi e a evitare di uscire. Le esplosioni hanno scosso non solo la capitale, ma anche centri come Leopoli, Dnepropetrovsk e Zaporizhzhia, lasciando dietro di sé feriti e danni materiali.

L’allarme antiaereo è stato attivato a Kiev intorno alle 5 del mattino, seguito da una serie di esplosioni riportate poco dopo le 6. Il sindaco di Leopoli, Andrii Sadovyi, ha confermato che anche la sua città è stata colpita da un attacco, con l’onda d’urto delle esplosioni che ha danneggiato diverse strutture.

Secondo quanto riportato, l’esercito russo ha preso di mira diverse infrastrutture critiche in Ucraina, compresi impianti energetici, industrie della difesa, comandi militari e reti di comunicazione. Questi attacchi indicano un aumento delle ostilità che minaccia la sicurezza e la stabilità della regione.

Nel frattempo, il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha respinto le voci provenienti dai media occidentali riguardanti presunti piani della Russia di posizionare armi nucleari nello spazio, definendoli uno “stratagemma della Casa Bianca”. Questa dichiarazione aggiunge ulteriori tensioni a un contesto già delicato, sottolineando l’urgente necessità di una risoluzione pacifica e diplomatica della crisi in atto.

Ultime notizie