domenica, 14 Aprile 2024

Conflitto Russia-Ucraina, tensione crescente: possibile nuova offensiva in vista

Fonti attendibili avvertono che la Russia potrebbe essere in procinto di lanciare una nuova offensiva nelle prossime settimane.

Da non perdere

Nell’attuale contesto di crescente tensione tra Ucraina e Russia, fonti attendibili avvertono che la Russia potrebbe essere in procinto di lanciare una nuova offensiva nelle prossime settimane. Secondo il rapporto dell’Istituto per lo Studio della Guerra (Isw), la pianificazione strategica russa punta a sfruttare il terreno ghiacciato nelle regioni meridionali ed orientali dell’Ucraina.

Le truppe russe, stando al rapporto, starebbero preparando unità d’assalto aviotrasportate per un’incursione nelle retrovie ucraine. L’offensiva potrebbe, secondo alcune fonti russe, avere inizio intorno al 2 febbraio, beneficiando delle condizioni meteorologiche rigide e della presunta fatica delle forze ucraine nel difendere le loro posizioni.

Nelle ultime 24 ore, gli attacchi russi hanno provocato sette feriti, secondo quanto riportato dalle autorità regionali di Kherson, Kharkiv e Donetsk. L’oblast di Kherson è stata colpita pesantemente, con 121 attacchi segnalati in un solo giorno. In particolare, un drone russo ha preso di mira una caserma dei pompieri nel villaggio di Stanislav, causando il ferimento di quattro vigili del fuoco e danneggiando la zona di sosta delle ambulanze.

Il governatore di Kharkiv, Oleh Syniehubov, ha riferito di oltre 15 insediamenti colpiti dagli attacchi russi, con un uomo di 56 anni gravemente ferito da una mina nei pressi del villaggio di Zoluchiv. Nel frattempo, nell’oblast di Zaporizhzhia, 19 città e villaggi hanno subito attacchi, causando danni alle infrastrutture e lasciando oltre 5.000 persone senza elettricità.

La situazione nel conflitto vede anche una dura contabilità da parte ucraina. Kiev afferma che la Russia ha subito notevoli perdite dall’inizio della guerra nel 2022. Il rapporto dell’esercito ucraino riporta la perdita di 370.980 soldati russi, oltre a un pesante tributo in termini di equipaggiamento militare, con migliaia di veicoli distrutti, sistemi d’arma e perfino un sottomarino.

È importante notare che queste cifre devono essere interpretate con cautela, poiché le informazioni di guerra possono essere soggette a propaganda e disinformazione. Nel frattempo, la comunità internazionale rimane allerta di fronte a uno scenario che potrebbe aggravarsi, con l’urgenza di trovare soluzioni diplomatiche e mitigare ulteriori sofferenze umane.

Ultime notizie