domenica, 14 Aprile 2024

L’ex allenatore Sven Goran Eriksson, è molto malato: “Ho un cancro terminale, mi resta un anno di vita”

Eriksson, noto per i suoi trascorsi sulla panchina di squadre come Roma, Lazio e come ex CT dell'Inghilterra, ha condiviso la notizia drammatica con il pubblico durante un'intervista radiofonica svedese.

Da non perdere

L’ex allenatore di calcio, Sven Goran Eriksson, ha rivelato di essere affetto da un cancro terminale e prevede di avere, nella migliore delle ipotesi, circa un anno di vita. Eriksson, noto per i suoi trascorsi sulla panchina di squadre come Roma, Lazio e come ex CT dell’Inghilterra, ha condiviso la notizia drammatica con il pubblico durante un’intervista radiofonica svedese.

Il 75enne svedese si è ritirato dal suo ruolo di direttore sportivo al club Karlstad lo scorso anno, citando problemi di salute. Durante l’intervista, ha spiegato di essere stato colpito da un ictus, che ha portato alla scoperta del cancro. Eriksson ha dichiarato di affrontare la malattia con positività, affermando che intende combatterla il più a lungo possibile.

“Ero completamente sano, poi un giorno sono collassato e sono finito in ospedale. Dopo un consulto medico ho scoperto di avere avuto un ictus e che avevo già un tumore. Non so da quanto tempo, forse un mese, forse un anno. Si è scoperto che avevo il cancro, ma il giorno prima avevo corso cinque chilometri. È venuto dal nulla. E questo è scioccante. Non sento grandi dolori. Mi è stata diagnosticata una malattia che è possibile rallentare ma non operare. La situazione è questa,” ha detto Eriksson.

L’ex allenatore ha avuto una carriera di successo, guidando il Benfica alla vittoria di tre titoli in Portogallo e la Lazio allo scudetto nella Serie A italiana. Ha anche allenato l’Inghilterra durante la cosiddetta “generazione d’oro” con giocatori come David Beckham, Steven Gerrard e Wayne Rooney, ma senza ottenere risultati di rilievo nei tornei internazionali.

Nonostante la notizia devastante, Eriksson si mostra determinato a mantenere un atteggiamento positivo e a non farsi abbattere dai problemi. La notizia ha suscitato una forte reazione nel mondo dello sport e oltre, con molti che esprimono il loro sostegno e affetto per l’ex allenatore.

Ultime notizie