domenica, 14 Aprile 2024

Iran, esplosioni nel cimitero di Kerman: attentato nel 4° anniversario della morte del Generale Soleimani

Il bilancio delle vittime è drammatico, con almeno 73 morti e 171 feriti, secondo quanto riportato dalle fonti iraniane a Sky News Arabia.

Da non perdere

In una giornata segnata dal quarto anniversario della morte del generale iraniano Qassem Soleimani, la città di Kerman è stata colpita da un tragico evento. Esplosioni provocate da due bombe hanno scosso la strada che conduce al cimitero dove è sepolto il noto comandante, ucciso in un raid americano nel 2020.

Il bilancio delle vittime è drammatico, con almeno 73 morti e 171 feriti, secondo quanto riportato dalle fonti iraniane a Sky News Arabia. Le esplosioni, avvenute oggi, non sono da escludere come possibile atto terroristico, come hanno precisato le autorità locali. I due ordigni, nascosti in borse, sono stati attivati a distanza, generando caos e panico tra coloro che commemoravano Soleimani.

Una delle esplosioni ha interessato la zona vicina alla moschea Sahib al-Zaman, portando le forze di sicurezza a intensificare la loro presenza nell’area. Numerose ambulanze sono state inviate per evacuare i feriti, mentre la comunità si sforza di affrontare questa tragedia in un giorno già carico di significato.

Le autorità locali stanno conducendo indagini per comprendere appieno le circostanze e le cause di queste esplosioni. La popolazione locale è stata colpita duramente, e le forze di sicurezza stanno lavorando per garantire la stabilità e la sicurezza nella regione.

In questo momento di dolore e incertezza, esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime. La comunità internazionale osserva con preoccupazione gli sviluppi e spera che le autorità iraniane possano gestire la situazione con prudenza, prevenendo ulteriori perdite e garantendo la sicurezza dei cittadini.

Ultime notizie