mercoledì, 12 Giugno 2024

Assalto alla Cgil, condanne pesanti per Fiore, Aronica e Castellino

I giudici hanno condannato a otto anni e mezzo di reclusione il leader di Forza Nuova, Roberto Fiore, l'ex Nar Luigi Aronica, e a otto anni e 7 mesi Giuliano Castellino.

Da non perdere

La prima sezione penale di Roma ha emesso una sentenza senza appello nel processo relativo all’assalto alla sede della Cgil durante la manifestazione “no green pass” del 9 ottobre 2021. I giudici hanno condannato a otto anni e mezzo di reclusione il leader di Forza Nuova, Roberto Fiore, l’ex Nar Luigi Aronica, e a otto anni e 7 mesi Giuliano Castellino.

La sentenza ha colpito anche gli altri imputati, con Salvatore Lubrano condannato a 8 anni e due mesi, e Luca Castellini, Lorenzo Franceschi e Pamela Testa anch’essi condannati.

Immediatamente dopo la lettura della sentenza, si sono verificate proteste da parte dei familiari e degli amici degli imputati, che hanno urlato lo slogan “mo famo la guerra”. La decisione dei giudici sottolinea la gravità dell’assalto alla sede sindacale durante la protesta contro il green pass, evidenziando la necessità di affrontare le conseguenze legali di tali azioni.

L’assalto alla Cgil ha rappresentato un momento di tensione nel contesto delle manifestazioni contro le restrizioni legate alla pandemia. Le condanne ora pongono una serie di individui di spicco di Forza Nuova e dell’ex Nar di fronte a una lunga pena di reclusione, sottolineando il chiaro messaggio del sistema giudiziario contro la violenza e il disordine durante le manifestazioni pubbliche.

Ultime notizie