giovedì, 22 Febbraio 2024

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, manifestazioni in tutta Italia

In questa Giornata Internazionale, l'Italia si unisce alla voce globale contro la violenza sulle donne, cercando di sensibilizzare e ispirare cambiamenti positivi nella società.

Da non perdere

Oggi, 25 novembre, l’Italia si unisce alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne con una serie di manifestazioni che si terranno da Nord a Sud del Paese. Numerosi eventi a tema sono in programma, evidenziando l’importanza di contrastare la violenza di genere e promuovere l’uguaglianza.

A Roma, un grande corteo fucsia, organizzato da “Non una di meno”, si snoderà dal Circo Massimo fino a piazza San Giovanni, rappresentando una delle molte iniziative pianificate. Altrove, da “Nonunadimeno” a Torino alla rassegna “Women Human Rights” a Genova, da “L’Eredità delle Donne” a Firenze con il titolo “Madri della patria” alla passeggiata rumorosa di Bari denominata “Contro una cultura patriarcale”, il Paese si mobilita per affermare la necessità di porre fine alla violenza contro le donne.

A Roma, si tiene una manifestazione speciale all’interno di ‘Montecitorio a porte aperte’, con testimonianze di donne vittime di violenza. Il Senato della Repubblica apre le porte di Palazzo Madama, permettendo ai visitatori di partecipare e prendere parte a questa importante giornata.

Le parole di condanna contro la violenza sulle donne giungono anche dai vertici istituzionali. Il presidente Sergio Mattarella ha dichiarato che il “situarsi di violenza contro le donne è inaccettabile”. Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha sottolineato la necessità di una legge europea contro la violenza sulle donne.

La presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, ha affermato che non ci sono più scuse e che è giunto il momento di agire per proteggere adeguatamente le donne. Metsola ha ricordato le vittime di femminicidi, tra cui Giulia Cecchettin e Ashling Murphy, e ha esortato a un impegno concreto.

Anche Papa Francesco ha espresso la sua condanna verso la violenza sulle donne, definendola “una velenosa gramigna che affligge la nostra società” e ha sottolineato l’importanza di eliminare questa piaga dalle radici, contrastando pregiudizi e ingiustizie attraverso un’azione educativa centrata sulla dignità della persona.

In questa Giornata Internazionale, l’Italia si unisce alla voce globale contro la violenza sulle donne, cercando di sensibilizzare e ispirare cambiamenti positivi nella società.

Ultime notizie