giovedì, 21 Settembre 2023

“Famiglia Criminale”, il nuovo singolo di Maldestro

Mi piacerebbe che “Famiglia Criminale” arrivasse a tutti coloro che hanno un talento e si trovano davanti a un bivio: coltivarlo o distruggerloVorrei arrivasse soprattutto a loro, per dargli una speranza come è stata data a me".

Da non perdere

Il 7 luglio è uscito “FAMIGLIA CRIMINALE”  il nuovo singolo di Maldestro di cui è autore del testo e coproduttore della musica insieme al producer endly.

Dopo l’uscita di Preludio, con cui l’Artista partenopeo ha decisamente virato in maniera decisa verso sonorità “urban” ed espressioni tipiche degli ultimi anni, grazie all’utilizzo del rap e della lingiua napoletana e dopo l’incontro con il producer endly (Giuseppe Caliendo), il nuovo singolo Famiglia Criminale rappresenta in maniera inequivocabile il “continuum” naturale , affidandosi, come gli è solito fare, a testi incisivi e crudi, che hanno l’intento di scuotere gli animi di chi ascolta ed allo stesso tempo di immedesimarsi nello storytelling. Un testo/canzone autobiografico crudo, ma che parla di speranze, di occasioni colte e di possibilità perdute.

Maldestro, nel presentare il brano, dichiara:
“Mio cugino aveva un talento così cristallino e potente che avrebbe potuto giocare in serie A con una gamba sola. A 16 anni il Parma lo porta in prima squadra ma lui non si presenta.
Aveva già scelto di seguire la famiglia.
E se avesse avuto qualcuno a suo fianco con più forza per non farlo sbagliare? Se ci fosse stato lo Stato a tutelarlo da un destino segnato? Lo sappiamo i se e i ma ce li facciamo fritti, ma ogni storia può andare diversamente da come la immaginiamo.

Mi piacerebbe che “Famiglia Criminale” arrivasse a tutti coloro che hanno un talento e si trovano davanti a un bivio: coltivarlo o distruggerloVorrei arrivasse soprattutto a loro, per dargli una speranza come è stata data a me”.

Con 5 album all’attivo e una carriera ricca di prestigiosi riconoscimenti tra cui il Premio Ciampi, il Premio Siae, il Premio De Andrè, il secondo posto nella categoria “Miglior album d’esordio” alle Targhe Tenco 2015 per il disco “Non trovo le parole” e la vittoria del Premio della critica Mia Martini, del premio Enzo Jannacci e del premio Lunezia con il brano “Canzone per Federica” presentato al Festival di Sanremo 2017 nella categoria “Nuove proposte”, Maldestro torna con un nuovo brano con cui sceglie di sparigliare le carte.

Sulla scelta del rap come forma di espressione ancora Maldestro afferma: “Ho sempre amato il rap, ma negli ultimi anni pare che molti di quelli che lo cantano hanno perso un po’ la bussola. L’hip hop è nato per rivoluzionare, per dissentire. Oggi invece è una battle per dimostrare chi è più capitalista dell’altro. Si fa la conta delle view, dei platini e il sistema ringrazia.

Certo, tutti vorremmo fare un disco d’oro, ma senza mettere il risultato davanti all’intenzione. Allora ho deciso di svoltare per un’altra strada, di consegnare ad Antonio Prestieri il timone che avevo lasciato a Maldestro. Nell’epoca dei filtri io non ne avrò e questo basta per essere se stessi. Tra le scimmie del pianeta ci sono anche io e nella mia testa sto puntando Marte.”

Ultime notizie