giovedì, 29 Febbraio 2024

Parigi, vietati i monopattini elettrici a noleggio: a Roma ce ne saranno 5mila in meno entro agosto

In Canada già dal 2020 a Montreal erano stati vietati sia i monopattini a noleggio che quelli privati per motivi di sicurezza stradale, Parigi fa una scelta affine e crea un precedente che potrebbe essere seguito da altri capitali europee.

Da non perdere

Parigi decide di eliminare le trottinettes, i monopattini elettrici dei servizi di sharing. Il referendum tenutosi un mese fa testimonia che l’89% dei votanti vuole farne a meno. Il pensiero sembra essere condiviso dalla sindaca Anna Hidalgo: il primo cittadino ha supportato la campagna per il “no” sostenendo che la rimozione dei monopattini restituirebbe i marciapiedi e la quiete ai cittadini. C’è da dire che le biciclette rimarranno, in quanto meno pericolose e più affini alla mentalità parigina.

Quando la micromobilità è diventato un argomento urgente in tutte le capitali europee, Parigi era stata tra le prime a stipulare accordi con le principali aziende di sharing: Dott, Lime e Tier Mobility. Adesso i contratti finiranno il primo settembre, giorno in cui questi mezzi verranno ufficialmente banditi.

Cosa comporterà il bando per le aziende

Il divieto rappresenterà un duro colpo finanziario e di reputazione per gli operatori multinazionali del settore: nel comunicato hanno parlato della scarsa affluenza ai seggi (7,5% dei cittadini iscritti alle liste elettorali), e di quanto il bando avrà un impatto sullo spostamento di 400mila persone al mese. L’amministrazione parigina perderà un’entrata annuale di 930mila euro.

In Canada già dal 2020 a Montreal erano stati vietati sia i monopattini a noleggio che quelli privati per motivi di sicurezza stradale, ma con questa scelta affine, Parigi crea un precedente che potrebbe essere seguito da altri capitali europee.

Parigi e Roma a confronto: i monopattini coinvolti negli incidenti

Da una parte abbiamo la condotta discutibile di chi guida il mezzo, l’incuria e i numeri dei sinistri nella capitale francese: 459 l’anno scorso e 24 morti legate ad incidenti in cui erano coinvolti i monopattini elettrici. Sono numeri più alti di quelli notificati a Roma, nonostante il numero dei mezzi in circolazione sia praticamente lo stesso. Dall’altra l’agevolazione negli spostamenti rispetto ai 40 minuti in media utilizzando i mezzi pubblici tradizionali, un guadagno significativo per i cittadini in termini di tempo.

Difatti non sembrano passati più di tre anni da quando si è iniziato a parlare di servizi sharing anche nelle principali città italiane per due nobili fini, agevolare la mobilità dei cittadini e contemporaneamente creare alternative green alle automobili. Postpandemia, il boom dei monopattini ha investito tutte le grandi città come Roma, Milano e Torino. Per visionare i dati sulla mobilità di ogni città riportiamo il Report Mondiale 2022 sul Trasporto Pubblico e la Mobilità Urbana.

A Roma infatti si strepita, l’opinione pubblica si divide scagliandosi sia contro il traffico automobilistico che spingerebbe sui marciapiedi chi decide di noleggiare un monopattino, ma soprattutto contro una mancata regolamentazione del servizio. Si arriverà ad un bando definitivo? Dal Campidoglio arriva la notizia che ci sarà una gradualità diversa rispetto ai vicini francesi, con una riduzione dei monopattini per agosto 2023 (9mila unità al posto delle attuali 14.500).

Ultime notizie