venerdì, 21 Giugno 2024

Morto Wayne Shorter, famoso sassofonista e compositore Jazz

Wayne Shorter è morto all'89 anni. Era un sassofonista tenore e compositore del jazz

Da non perdere

Il jazzista e sassofonista americano, Wayne Shorter, è morto a Los Angeles all’età di 89 anni. Era considerato una vera leggenda del jazz, il genere che lo aveva abbracciato negli anni 50 dopo un’iniziale carriera da clarinettista.

Shorter ha pubblicato più di 25 album e ha vinto 12 Grammy Awards. Nel 2015 gli è stato conferito il Grammy alla carriera. Il mese scorso ne ha vinto uno nella categoria del miglior assolo jazz improvvisato per “Endangered Species” con Leo Genovese. Molte delle sue composizioni, tra le quali “Speak No Evil”, “Black Nile”, “Footprints” e “Nefertiti”, sono diventate dei classici del jazz moderno e hanno ampliato gli orizzonti armonici del genere. “Compositore visionario, sassofonista, artista visivo, devoto buddista, marito, padre e nonno affettuoso Wayne Shorter ha intrapreso un nuovo viaggio, di nuove sfide e possibilità creative”, ha scritto in un comunicato la sua agente Alysse Kingsley.

Nato nel 1933 a Newark, Shorter ha esordito nel 1959 quando divenne membro e direttore musicale dei Jazz Messenger del batterista Art Blakey, band dell’era hard-bop. Qualche anno dopo entrò nel quintetto di Miles Davis con il pianista Herbie Hancock, il contrabbassista Ron Carter e il batterista Tony Williams. La collaborazione con Miles Davis contribuì a ridefinire la fusione jazz-rock, lo stile che Shorter coltivò negli anni fondando i Weather Report  con il pianista Joe Zawinul. Nella sua lunga carriera collaborò con Joni Mitchell in almeno dieci dei suoi album, duettò con Carlos Santana e gli Steely Dan e, nel 1982, donò un cameo in “Bella Mbriana” di Pino Daniele.

Ultime notizie