martedì, 21 Marzo 2023

Caso Marilyn Manson, Ashley Morgan Smithline ritratta le accuse di violenza

La modella, nel 2021, aveva accusato Manson di averla adescata e violentata nella sua casa di Los Angeles.

Da non perdere

Ashley Morgan Smithline, che aveva denunciato Manson nel 2021, ha ritrattato le accuse di violenza sessuale, affermando di essere stata “manipolata” da Evan Rachel Wood (altra accusatrice del cantante). La dichiarazione è stata diffusa dall’avvocato di Manson, Howard King. La Smithline ha dichiarato di aver “ceduto alle pressioni di Evan Rachel Wood e del suo gruppo per muovere accuse non fondate di stupro e aggressione contro Mr. Warner” (Brian Warner è il vero nome di Manson).

La modella, nel 2021, aveva accusato Manson di averla adescata e violentata nella sua casa di Los Angeles. Sarebbero seguite altre sevizie tra il 2010 e il 2013, accuse che il cantante aveva sempre respinto e che erano cadute un mese fa, dato che la Smithline non aveva scelto un avvocato entro i termini di legge previsti.

Nella dichiarazione la ragazza afferma d’essere stata contattata nel 2020 dall’ex assistente del cantante o da Gore e invitata insieme ad altre donne a esprimersi pubblicamente sulla sua relazione con Manson. “Ricordo che m’ha chiesto se fossi mai stata frustata, incatenata, legata, tagliata, aggredita mentre dormivo, picchiata o violentata“, sostiene Smithline. “Quando le ho detto che a me non era accaduto, ha replicato che solo perché non lo ricordavo non voleva necessariamente dire che non era successo“. Smithline si sarebbe infine convinta di avere rimosso i fatti.

Secondo la Smithline, in vista del giorno in cui Wood avrebbe accusato pubblicamente Manson, Illma Gore le avrebbe proposto di fare altrettanto, dichiarando inoltre che sarebbe stata Gore a “scrivere la mia dichiarazione e a postarla nel mio account, dopo che le ho dato la password“. Un portavoce della Wood smentisce la versione di Smithline: “Evan non ha mai fatto pressione, né manipolato Ashley. È stata Ashley a contattare Evan a proposito degli abusi che aveva subito. È un vero peccato che, a quanto pare, le molestie e le minacce ricevute da Ashley dopo aver fatto causa l’abbiano spinta a cambiare versione“.

Secondo la Smithline, Ellwanger (l’avvocato che la rappresentava nella causa contro Manson), non le ha permesso di ritrattare le accuse prima di averle depositate. Contattato, Ellwanger ha dichiarato solo: “Quel che posso dire è che le accuse che mi riguardano mosse da Smithline sono false“. Infine Smithline non intende intentare alcuna nuova causa contro Manson.

Secondo il New York Post, l’avvocato del cantante sostiene che la donna “non ha ricevuto alcun compenso per esprimersi a favore del mio cliente e contro Wood“. “Come abbiamo sempre detto, la campagna coordinata di menzogne #MeToo contro Brian Warner passerà alla storia come una delle più grandi bufale di tutti i tempi” –  “Donne vulnerabili sono state manipolate da individui privi di scrupoli per dare risalto pubblico al proprio nome e portare a termine vendette. Questa testimonianza giurata lo dimostra“.

Ultime notizie