domenica, 16 Giugno 2024

Pescara, maschere e giocattoli contraffatti: maxi sequestro di Carnevale

Il sequestro ha permesso di intercettare articoli che, se immessi nei canali di vendita, avrebbero costituito un profitto illecito per più di 400.000 euro.

Da non perdere

Oltre 400 mila maschere e accessori di carnevale contraffatti made in China sono stati sequestrati dalle Fiamme Gialle di Pescara in un’indagine partita da una serie di controlli effettuati secondo il piano “Stop Fake” a tutela dei consumatori. In particolare, l’azione ha interessato esercizi commerciali gestiti da una rete di imprenditori cinesi, già noti alle forze dell’ordine per precedenti di frode in commercio.

I finanzieri del Comando provinciale del capoluogo adriatico hanno esaminato gli articoli esposti contraffatti, senza etichettature di sicurezza nè istruzioni all’uso in lingua italiana, e ne hanno disposto il sequestro.

Inoltre, i controlli alla documentazione contabile hanno permesso di ricostruire la filiera illecita – la diagonale del falso tra i poli opposti di Pescara e Napoli. Anche in questo caso, la merce rinvenuta in empori gestiti da cinesi, con depositi e magazzini nell’hinterland partenopeo e tarantino era sprovvista dei requisiti minimi di informazione previsti dal codice del consumo, e potenzialmente dannosa per la salute per la presenza di sostanze irritanti, soffocanti, tossiche e infiammabili.

Il sequestro ha permesso di intercettare articoli che, se immessi nei canali di vendita, avrebbero costituito un profitto illecito per più di 400.000 euro.

Ultime notizie