lunedì, 27 Maggio 2024

Sanremo, il ministro Sangiuliano chiede il ricordo delle vittime delle foibe: “La memoria è l’unico antidoto”

Amadeus in conferenza stampa: "Vedremo cosa fare". Riflessioni sull'importanza della memoria anche da parte di Bonaccini e La Russa.

Da non perdere

Oggi, 10 febbraio, ricorre la giornata dedicata alla tragedia delle foibe. Il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano si rivolge all’organizzazione del Festival e sottolinea l’importanza, “da cittadino prima che da Ministro“, di uno spazio durante la serata per ricordare le persone uccise nel Dopoguerra dai movimenti di liberazione jugoslavi.

Amadeus aveva già sfiorato la questione in occasione della conferenza stampa di ieri mattina: “Vedremo cosa fare“, l’affermazione del conduttore, che ha riconosciuto la presenza di numerosi temi cruciali, nessuno meno importante di altri.

La Giornata del Ricordo per le vittime delle foibe è stata istituita nel 2004 e le iniziative nazionali sono diverse, come messo in evidenza dal Ministro della Cultura nei giorni scorsi.

Dichiarazioni al riguardo sono arrivate anche dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, che ha posto l’accento sull’importanza della memoria per evitare di ripetere il dramma, e dal Presidente del Senato Ignazio La Russa, in visita ieri alla Foiba di Basovizza. In generale, ciò che sembra emergere dalle considerazioni è la volontà di conservare la memoria storica come chiave di lettura del mondo contemporaneo, evitando le strumentalizzazioni.

Ultime notizie